Lorenzo Parelli, chi era il 18enne morto all'ultimo giorno di stage scuola-lavoro in fabbrica. Titolare dell'azienda indagato per omicidio

Lorenzo Parelli, chi era il 18enne morto all'ultimo giorno di stage scuola-lavoro in fabbrica. Titolare dell'azienda indagato per omicidio
3 Minuti di Lettura
Sabato 22 Gennaio 2022, 10:32 - Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 09:18

Aveva soltanto 18 anni, era all'ultimo giorno di stage, tanta voglia di imparare e una vita intera davanti. Una putrella di ferro gli è caduta addosso, è rimasto schiacciato e a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. Lorenzo Parelli è morto ieri nel primo pomeriggio all'interno di uno stabilimento di lavorazioni metalliche a Lauzacco di Pavia di Udine. L'ennesima tragedia sul lavoro in Italia, un'altra giovane vita spezzata in una comunità come quella di Castions di Strada.

Lorenzo, studente dell’Istituto Salesiano Bearzi di Udine, era impegnato in quello che sarebbe stato l’ultimo giorno del periodo di alternanza scuola-lavoro previsto nel suo percorso di studi professionali avviato al Centro di formazione professionale Cnos-Fap. 

Lorenzo, maggiorenne dallo scorso 17 novembre, era nato a San Daniele del Friuli e risiedeva con la famiglia nella frazione di Morsano di Strada, in comune di Castions di Strada. Accorsi allo stabilimento anche i genitori, distrutti dal dolore. «Sono senza parole – ha commentato con la voce rotta dal pianto ieri il sindaco di Castions Ivan Petrucco – Non ci posso credere, non so cosa dire. Una giovane vita del nostro paese che ci lascia». In lutto anche l’istituto Bearzi di Udine, che Lorenzo frequentava. «Tutto il Bearzi sta vivendo con immenso dolore questa tragedia. Lorenzo frequentava il quarto anno nel settore della meccanica industriale del nostro Centro di formazione professionale ed era da poco diventato maggiorenne. Aveva già svolto varie esperienze di stage in azienda. Lunedì sarebbe rientrato al Centro per proseguire il percorso di formazione. Lorenzo dimostrava di apprezzare l’esperienza, tanto da sognare un futuro in quell’ambito lavorativo», dice il direttore del Bearzi, don Lorenzo Teston.

Udine, studente di 18 anni muore schiacciato da una trave durante l'ultimo giorno di stage in azienda

IL DOLORE DI UN PAESE INTERO

Si è chiusa nel dolore la piccola comunità di Castions di Strada (Udine), il comune dove abitava Lorenzo. Gli abitanti si sono stretti nel riserbo e non intendono commentare la tragedia, limitandosi a ricordare soltanto la figura di Lorenzo, che non passava inosservato per la chioma inconfondibile e gli occhi chiari, sempre sorridente. In paese nessuno si lascia nemmeno andare a ricostruire l'incidente, a capire se qualcosa non abbia funzionato in fabbrica: è soltanto il momento di testimoniare affetto e vicinanza al padre, Dino, responsabile commerciale di una compagnia ferroviaria, e alla madre, Maria Elena Dentesano, direttrice di una scuola per l'infanzia, oltre che alla sorella Valentina, di qualche anno più grande della vittima.

Le indagini

La Procura di Udine ha aperto un procedimento per l'ipotesi di omicidio colposo al momento a carico del legale rappresentante della Burimec di Lauzacco. In una nota la Procura sottolinea la «necessità di svolgere attività di accertamento irripetibile nelle forme garantite di legge, al fine di addivenire ad una compiuta ricostruzione della dinamica dell'infortunio mortale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA