Cosmetici sequestrati a Treviso: prodotti contenenti lilial, sostanza cancerogena vietata dall'Europa

A finire nelle maglie delle Fiamme gialle anche prodotti di noti marchi

Cosmetici cancerogeni sequestrati a Treviso: prodotti make up e detergenti contenenti lilial, sostanza tossica vietata dall'Europa
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Maggio 2024, 16:10 - Ultimo aggiornamento: 17:37

Cosmetici cancerogeni per la presenza di lilial. La sostanza tossica, e vietata, è stata trovata in migliaia di flaconi di cosmetici e detergenti che sono stati sequestrati. In tutto la Guardia di Finanza ha sequestrato 17.225 prodotti di make up e per l'igiene in 9 attività a Treviso.

La sostanza in questione è il “Butylphenyl Methylpropional”, meglio conosciuta con il nome “Lilial”, ed vietata dal primo marzo 2022, alla luce dell’aggiornamento, a livello europeo, dell’elenco delle sostanze considerate cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione (le cosiddette sostanze CMR).

Treviso, cosmetici cancerogeni: quali sono

Come scrive Il Gazzettino, sono stati sequestrati articoli, anche di noti marchi nazionali e internazionali, per la cura del viso, l’igiene personale e la profumeria, tra cui creme, emulsioni, lozioni, gel e oli per la pelle, saponi di bellezza e saponi deodoranti, profumi da uomo e da donna, bagnoschiuma, shampoo e altre preparazioni per bagni e docce, deodoranti spray, lacche, gel e balsami per capelli, pomate, dopobarba, gel intimi. Il valore commerciale dei prodotti cautelati e, dunque, tolti definitivamente dal mercato ammonta a circa 52mila euro, mentre gli esercizi commerciali, all’ingrosso o al dettaglio, presso cui sono stati effettuati gli interventi, sono ubicati nei comuni di Mogliano Veneto, Paese, Preganziol, Spresiano e Treviso.

La procura ha ordinato anche la distruzione dei cosmetici. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA