La lettera di Alessio all'idolo Buffon: «Gigi, vieni a trovarmi in ospedale»

Martedì 6 Novembre 2018

Alessio Carillo ha 14 anni e vive in attesa di un trapianto di cuore che possa ridargli una vita normale. Ricoverato da tre mesi presso il reparto di cardiochirurgia infantile dell’ospedale Monaldi, ha affidato a una lettera - veicolata sui social da un medico, Andrea Petraio - il suo sogno: quello di incontrare il suo idolo Gigi Buffon, in occasione del match di stasera di Champions tra il Napoli e il Psg.

«La mia stanza da letto, di giochi e di studio è diventata una stanza di ospedale - scrive Alessio nella sua lettera - ma per fortuna grazie all’ausilio di un cuore meccanico alberga in me la forte speranza di ritornare al più presto sulla mia amata bici e a correre dietro ad un pallone. Sono da sempre tifoso juventino e un tuo fan. Mi farebbe molto piacere incontrarti con altri due miei amici di viaggio che sono con me in ospedale. Approfittando della tua certa disponibilità promuoveremo insieme una campagna di sensibilizzazione per le donazioni».

Ultimo aggiornamento: 19:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA