Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid aumenta l'aggressività: Nomos ha riunito tutte le misure

Covid aumenta l'aggressività: Nomos ha riunito tutte le misure
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Marzo 2021, 21:07

L’aumento dei contagi e delle diverse varianti del virus circolanti è in agguato, il 2 marzo, il Governo ha varato un nuovo DPCM con validità dal 6 marzo sino al 6 aprile, salvo ulteriori restrizioni in corso d'opera nel caso il virus dovesse avvitarsi ancora. La linea è quella del rigore: rimangono restrizioni, coprifuoco, chiusura serale di bar e ristoranti (ma con possibilità di asporto) e divieto di organizzare le feste. Rimane ferma la divisione in tre zone, così come la sospensione della didattica in presenza in zona rossa e il divieto di spostamento tra le Regioni fino a fine marzo. Dal 27 marzo in zona gialla, inoltre,  vengono riaperti teatri e cinema con ingressi contingentati, mentre rimangono chiuse palestre, piscine e impianti sciistici.

 Con l’obiettivo di scongiurare un’ulteriore impennata del numero dei contagi, sabato 27 febbraio, inoltre, il Ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia, ha firmato alcune ordinanze entrate in vigore da domenica 28 febbraio prevedendo il passaggio in zona bianca della Sardegna, in zona arancione di Marche, Lombardia e Piemonte e in zona rossa di Basilicata e Molise.
 Nomos Centro Studi Parlamentari ha realizzato un documento contenente tutte le disposizioni nazionali e regionali (adottate a partire dal Dpcm del 13 ottobre) che riguardano l’emergenza COVID-19.





 

© RIPRODUZIONE RISERVATA