Si ferisce con una biscottiera Ikea, ragazza perde l'uso della mano e chiede maxi risarcimento

Venerdì 6 Dicembre 2019
2
Si ferisce con una biscottiera Ikea, ragazza perde l'uso della mano e chiede maxi risarcimento

Giulia Bergamini, studentessa universitaria 25enne di Alassio - un comune in provincia di Savona - s'è ferita gravemente con un oggetto di vetro acquistato da Ikea, perdendo l'uso della mano sinistra. Successivamente all'incidente, la famiglia della ragzza ha chiesto oltre mezzo milione di euro di risarcimento danni alla multinazionale svedese. Come riporta Il Secolo XIX, la ragazza, lo scorso 3 settembre 2017, si trovava nella sua casa assieme ad un'amica con la quale stava assaggiando dei biscotti custoditi nel contenitore. La 25enne, nel riporre la biscottiera in una mensola, è stata colpita alla mano dalle schegge del contenitore che è caduto dopo essersi sganciato dal tappo. L'amica ha subito chiamato i soccorsi e i famigliari, ma Giulia, nonostante un intervento chirurgico, ha perso l'uso della mano sinistra.

Contrae l'epatite B alla nascita con una trasfusione di sangue: risarcita dopo 24 anni

Il quotidiano Il Secolo XIX, ha riportato le parole dell'avvocato Antonio Ramera, che dallo Studio Legale Associato RG di Brescia affianca nel procedimento la giovane alassina: «Le menomazioni ed incapacità fisiche seriamente invalidanti vanno ad incidere pesantemente anche nell'ambito della sfera lavorativa, tanto che oggi rendono la mia cliente Giulia Bergamini è inidonea a svolgere molteplici attività che per un soggetto sano possono apparire semplici e normali, ma che purtroppo per la ragazza non potranno più essere considerate tali. Per questi motivi abbiamo chiesto, a titolo di risarcimento, una cifra di poco superiore e cinquecentonovemila euro».

Ultimo aggiornamento: 19:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA