VERONA

Giulia Cecchettin, spostati i funerali: non saranno sabato, la data sarà decisa dal papà

Gli aggiornamenti sull'inchiesta del delitto Cecchettin

Filippo Turetta, oggi incontro in carcere con i genitori. Improbabile perizia psichiatrica in questa fase

Spostati i funerali di Giulia

I funerali di Giulia Cecchettin non si svolgeranno sicuramente sabato nella Basilica di Santa Giustina a Padova e la data delle esequie, la prossima settimana, sarà decisa dallo stesso papà della 22enne, Gino. È quanto stabilito dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza che si è appena concluso nel capoluogo euganeo.

Per Filippo Turetta, in carcere per l'omicidio di Giulia Cecchettin (per cui oggi è previsto un incontro con i genotori), sarà difficile in questa fase del procedimento, ancora in indagini, ottenere che venga disposta una perizia psichiatrica per accertare l'eventuale incapacità, anche parziale, di intendere e volere al momento dei fatti. Allo stato nessuna istanza sul punto è stata depositata dalla difesa al gip.

Filippo Turetta e il nome di Giulia mai pronunciato: «Sono affranto, devo capire come è successo». In carcere tra libri e oggi l'incontro con i genitori

Da quanto si è saputo, nel caso di Turetta, nel quale agli atti non ci sono diagnosi pregresse di problemi mentali e anche sulla base delle prime valutazioni psicologiche e psichiatriche in carcere, è improbabile che un'istanza di perizia possa essere accolta in questa fase.

Servirà semmai un lavoro difensivo con una consulenza di parte, affidata ad esperti, per raccogliere materiale utile, anche attraverso incontri col detenuto, per arrivare ad una richiesta e ad un possibile accoglimento della perizia psichiatrica. Un'istanza che nel caso potrebbe essere depositata dalla difesa più avanti, se non direttamente nel corso del processo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA