ULTIMA ORA

Sanremo, ex gioielliere di 76 anni massacrato e ucciso di botte: arrestati due astigiani

Lunedì 3 Agosto 2020
Sanremo, ex gioielliere massacrato e ucciso di botte: due arresti

Il caso è risolto. Due persone sono state arrestate perché accusate di aver massacrato a botte fino a ucciderlo Luciano Amoretti, 76 anni, ex gioielliere pregiudicato residente a Sanremo. I due sono astigiani. Secondo le prime informazioni dopo averlo picchiato a sangue l'avrebbero ucciso con una mazzetta da muratore.

Sanremo, ex orefice 76enne massacrato di botte e ucciso: ebbe problemi con la giustizia

I due arrestati sono entrambi di Nizza Monferrato (Asti). Uno dei due, 63 anni, avrebbe confessato l'omicidio compiuto assieme al complice di 50 anni. Determinante, per l'individuazione degli autori, oltre al sistema di videosorveglianza della zona dove si trova la residenza di Amoretti, la testimonianza di un vicino di casa.
 

 

Ultimo aggiornamento: 13:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA