Ultimo rientro a casa per gli sfollati di Ponte Morandi: Giusy porta via le pietre del giardino

Lunedì 6 Maggio 2019
Genova, ultimo rientro a casa per gli sfollati di Ponte Morandi: Giusy porta via le pietre del giardino

A Genova chi abitava sotto al ponte Morandi rientra per l'ultima volta nella propria casa. Sono 25 le famiglie che vedranno demolire le mura che pensavano le avrebbe accolte per sempre. E tra di loro c'è anche Giusy Moretti, fotografata con in mano le pietre del suo giardino e il numero civico: un "2" in ottone staccato dal portone d'ingresso. Un ultimo ricordo strappato alla distruzione che verrà. 

«Queste sono le rose del giardino. Mi sono presa tempo per dire addio alla mia casa. I fiori, qualche pietra. Abbiamo pensato 'questa è finita'. È l'ultima volta. Resta il dubbio di aver lasciato qualcosa di importante. Le abbiamo detto addio», racconta Giusy. In quella casa, al momento del crollo del Morandi, c'era sua figlia che ha visto letteralmente spezzarsi il ponte in due.

Giusy è rientrata stamani per prendere le ultime cose e per dire addio a quelle mura che sono state abitate prima da lei, poi dalla sua primogenita e poi ancora dalla sua seconda figliola. Subito dopo esser uscita dalla porta Giusy ha postato un breve video, realizzato con il cellulare retto da una mano malferma: il suo giardino con il limone, l'agave, la pianta di rose, le ortensie. Un'esplosione di verde: «Le rose vivranno il loro tempo, ma le altre piante spero che vivano e mantengano il ricordo di una casa che non ci sarà più».

Le operazioni per far rientrare nelle vecchie case le 25 famiglie sono iniziate poco dopo le 8 del mattino, dopo che la protezione civile ha attivato tutta una serie di procedure di sicurezza. «Viviamo un doppio sentimento - ha detto Franco Ravera, portavoce del Comitato degli sfollati -: da una parte l'emozione di poter rientrare, dall'altra lo strazio e la consapevolezza che sarà per l'ultima volta. Non le vedremo più».

Ultimo aggiornamento: 17:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma