Trovato il donatore di midollo per il piccolo Gabriele, unico caso in Italia di una malattia rarissima

Lunedì 16 Settembre 2019
Trovato il donatore di midollo per il piccolo Gabriele, l'unico caso in Italia di una malattia rarissima

Gabriele Costanzo, il bimbo di quasi due anni affetto dalla Sifd (anemia sideroblastica con immunodeficienza delle cellule B), ha finalmente trovato il donatore di midollo osseo che gli salverà la vita. L'anno scorso la storia di Gabry Little Hero, come viene chiamato nella pagina Facebook a lui dedicata, aveva commosso tutti: il suo è l'unico caso di Sifd mai registrato in Italia, e solamente il ventesimo in tutto il mondo. Entro gli inizi di ottobre il piccolo Gabriele verrà sottoposto al trapianto agli Spedali Civici di Brescia.

LEGGI ANCHE Giovanni, nato senza una tibia: raccolti 400 mila euro per operarlo

La notizia arriva dopo mesi particolarmente difficili per la famiglia Costanzo. Lo scorso agosto le condizioni di Gabriele erano precipitate, solo un mese dopo che i medici avevano detto ai genitori che con ogni probabilità non sarebbe più stato necessario alcun trapianto, dato che le terapie a cui il piccolo era sottoposto da tempo iniziavano finalmente a dare i frutti sperati. Poi, la notizia tanto attesa quanto, ormai, insperata: è stato trovato un donatore di midollo compatibile. «Abbiamo trovato il nostro 1 su 100 mila», dice Cristiano Costanzo, il papà di Gabriele, «È stata una caccia al tesoro e noi quel tesoro l'abbiamo trovato. Non sappiamo chi sia, non sappiamo di dove sia, ma c'è, non si è tirato indietro e noi lo ringraziamo».

LEGGI ANCHE Il piccolo Alex, per i medici «è guarito, il sistema immunitario è sano». Si valuta rientro a Londra

Adesso, per Gabry Little Hero, si apre un periodo di "condizionamento": «Gli saranno somministrati dei chemioterapici che azzerano il suo midollo», dice sempre il padre, «Questo significa che per un bel pò lui e la mamma, Mena, vivranno in un ambiente del tutto sterile, isolati dal mondo perché Gabry non avrà difese di alcuna natura». Solo dopo questa fase, avverrà il trapianto.
 

Ultimo aggiornamento: 17:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma