Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fulmini, è boom ad agosto. L'esperto: «Per evitarli stare lontani da alberi e ombrelloni»

Il ricercatore Cnr-Isac: "Le punte li attirano , è sconsigliato alzare le braccia negli spazi aperti"

Fulmini, è boom ad agosto. L'esperto: «Per evitarli stare lontani da alberi e ombrelloni»
di Valeria Arcovio
2 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 07:57 - Ultimo aggiornamento: 16:51

«Al mare mani basse e lontani dagli ombrelloni. In montagna, invece, bisogna tenersi alla larga dagli alberi». Queste sono le indicazioni di Stefano Federico, ricercatore presso l'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima presso il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Isac), per proteggersi dai fulmini.

Maltempo, uomo muore colpito da un fulmine. In arrivo i temporali: verso allerta gialla in cinque regioni

Si tratta di suggerimenti utili ai vacanzieri che nei prossimi giorni potrebbero ritrovarsi all'aperto sotto un temporale tipicamente estivo.

Cosa fare per proteggersi dal rischio di essere colpiti?

«Le linee guida sul comportamento da adottare in caso di fulmini sono molto semplici, ma estremamente importanti. In generale, è fondamentale restare al coperto e lontano dalle punte, come alberi o ombrelloni, che rappresentano delle linee preferenziali per le scariche elettriche».

Fulmini, mille morti all'anno: agosto è il mese più pericoloso. Roma tra le zone a rischio , ecco la mappa

Quali sono le indicazioni per chi si trova al mare?

«Al mare è più complicato perché il panorama è pressoché piatto. In questo scenario si deve evitare di alzare le mani, restare in piedi o vicino a potenziali punte, quali ombrelloni, surf o altri oggetti allungati verso l'alto. Non a caso, è capitato spesso che surfisti siano stati colpiti da fulmini in spiaggia o in mare. Se non è possibile ripararsi al chiuso o in una gabbia adeguata, è opportuno gettarsi a terra e non alzare le mani».

E in montagna?

«In montagna bisogna restare lontani dagli alberi, che posso fungere da punte che attirano le scariche elettriche».

 

Dal pesce coniglio scuro allo scorpione, attenzione a queste 4 specie letali per l’uomo nei mari italiani. La biologa: «Se li vedete segnalateceli»

© RIPRODUZIONE RISERVATA