Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Frattamaggiore, uomo dato alle fiamme mentre era in videochiamata con la fidanzata: l'aggressione alle spalle

La vittima dell'agguato, un 36enne del posto, è grave in ospedale. L'uomo sarebbe stato aggredito alle spalle

Frattamaggiore, cosparso di liquido infiammabile e dato alle fiamme mentre faceva videochiamata con la fidanzata
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Luglio 2022, 16:07 - Ultimo aggiornamento: 3 Luglio, 14:03

Stava camminando per strada, facendo una videochiamata con la fidanzata, quando qualcuno gli ha lanciato del liquido infiammabile sul corpo e gli ha dato fuoco. Il feroce agguato è accaduto giovedì notte a Frattamaggiore (Napoli), in viale Tiziano. Lo riporta Il Mattino.

Frattamaggiore, uomo dato alle fiamme mentre faceva videochiamata con la fidanzata

L’uomo, Nicola Lupoli, 36 anni, del posto, di professione "svuota cantine", è stato soccorso da alcuni passanti e portato a bordo di un’ambulanza al vicino ospedale San Giovanni di Dio. Qui i sanitari ne hanno deciso il ricovero presso il centro grandi ustionati, dapprima al Cardarelli e poi a quello di Bari.

Unica testimone del raccapricciante episodio la fidanzata che ha dichiarato agli agenti del commissariato di Frattamaggiore di aver notato un’ombra alle spalle del fidanzato, che in pochi secondi ha versato del liquido infiammabile e poi appiccato le fiamme con un accendino. La polizia indaga a 360 gradi e le condizioni del ferito sono ritenute gravissime e in imminente pericolo di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA