Fondi russi alla Lega, Savoini non risponde ai magistrati. Salvini: «Innocente fino a prova contraria»

Lunedì 15 Luglio 2019
14
Gian Luca Savoini

Gianluca Savoini, ex portavoce di Matteo Salvini e fondatore dell'associazione Lombardia-Russia, indagato dalla procura di Milano per corruzione internazionale si è avvalso della facoltà di non rispondere di fronte ai pm di Milano che indagano sull'inchiesta con al centro la Lega e il sospetto di finanziamenti da Mosca.

Fondi russi, Alessandro Di Battista: «Salvini è un bugiardo, sua difesa è ridicola»
Ira di Salvini: pugnalato da Conte. E i suoi: rischio governo M5S-Pd

Da quanto è trapelato Savoini si è presentato nella sede del Nucleo di polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza in via Fabio Filzi a Milano, accompagnato dal suo difensore. Lì in quella saletta - usata dai pm quando in genere si tratta di indagati eccellenti o indagati in inchieste delicate e dei quali non si vuol fare uscire, con buona pace del diritto di informazione, nemmeno una immagine offuscata - il presidente dell'Associazione Lombardia-Russia, ha deciso di non rispondere ad alcuna domanda. Dopo di lui l'attività istruttoria dovrebbe andare avanti con la convocazione, non si sa se come persona informata sui fatti o indagato di Gianluca Meranda, il legale che ha spiegato di essere stato uno degli altri due italiani presenti alla presunta trattativa sulla compravendita di petrolio. Da quanto di è saputo Meranda non avrebbe ancora ricevuto alcuna convocazione. 

«Io conosco brave persone. Fino a prova contraria, almeno che non si dimostri che qualcuno ha fatto qualcosa fuori posto io ho fiducia nelle persone. Se c'è uno stato di diritto liberale e democratico si è innocenti a meno che non si venga dimostrati colpevoli»: così Matteo Salvini a «Quarta Repubblica», in onda questa sera, rispondendo a chi gli chiedeva se non dubitasse di aver dato troppa fiducia a persone, come Savoini e D'Amico. «Vivo in un paese civile dove - prosegue Salvini  - mi fido dei sindaci, degli artigiani e degli imprenditori, dei lavoratori, se c'è qualcuno che ogni tanto sbaglia non vanno messi tutti nel calderone». 

Ultimo aggiornamento: 16 Luglio, 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma