Morto Flavio Migliavacca, alpinista e snowboarder di 32 anni: tragica caduta di oltre mille metri

Morto Flavio Migliavacca, alpinista e snowboarder di 32 anni: tragico volo di oltre mille metri
3 Minuti di Lettura
Domenica 30 Maggio 2021, 11:28 - Ultimo aggiornamento: 11:29

Lutto nel mondo dello sci e dell'alpinismo. E' morto Flavio Migliavacca, alpinista e snowboarder novarese di 32 anni. Un volo fatale di oltre mille metri durante la sua ultima impresa in quota. La tragedia è avvenuta  venerdì sulla parete Est del Monte Rosa, nella zona di Macugnaga, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola. 

Monte Rosa, alpinista muore mentre fa snowboard: recuperato il corpo

Tragedia sul Monte Velino, trovato anche il quarto corpo

Alpinista salvato nel Cuneese, era rimasto appeso a una roccia 8 ore. Un morto sulla Presolana

Si stanno ora ricostruendo le ultime ore drammatiche dello sportivo. Al momento della tragedia, Migliavacca era insieme ad un collega alpinista. I due esperti alpinisti stavano affrontando un percorso nuovo che avevano studiato nei dettagli durante i giorni precedenti. Erano saliti in quota e stavano procedendo alle manovre di discesa. Sembra che in un tratto in cui si era reso necessario l’ausilio della corda, a circa 4mila metri di quota, qualcosa non ha funzionato e Migliavacca è precipitato.

Il compagno di scalata ha dato subito l'allarme con la richiesta di soccorsi, ma per il 32enne alpinista non c’era più niente da fare. Il corpo ormai senza vita è stato trovato solo dopo alcune ore drammatiche di ricerca. Il recupero si è rivelato molto complicato in una zona zona soggetta a cadute di pietre, neve e ghiaccio. 

Ancora un dramma della montagna. Solo lo scorso febbraio è rimasto vittima di una valanga nella zona del Sestriere, in alta Val di Susa, Cala Cimenti, altro famoso alpinista. Lo stesso Migliavacca era stato suo allievo e ne aveva pianto la morte. Il 32enne aveva anche scritto: «La passione più leggera, più pura e spontanea che abbia mai visto. Ne abbiamo condivise troppo poche ma per me le tue tracce rimarranno sempre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA