Festeggiano la morte dell'ex sindaco con spumante e torta dedicata, scandalo nel Salento

Venerdì 29 Maggio 2020

"Finalmente liberi (uniti)": questa la scritta sulla torta commemorativa con la quale un gruppo di abitanti di Cavallino (Lecce) ha festeggiato la morte dell'ex sindaco e parlamentare Gaetano Gorgoni, scomparso lo scorso 13 maggio a 86 anni.

Coronavirus Perù, sindaco evade dalla quarantena: si finge morto in una bara per nascondersi dalla polizia
Lutto nel mondo del lavoro della Sabina morto l'imprenditore Anton Maria Austeri

La foto della serata, accompagnata dallo spumante, è stata postata in rete. Nelle foto pubblicate sul profilo di uno dei presenti (poi rimosse), si vede il gruppo in posa accanto alla torta, riproducente il castello di Cavallino, residenza della famiglia Gorgoni. «Sono amareggiato e deluso - commenta il sindaco di Cavallino Bruno Ciccarese, nipote di Gorgoni - Conosco quasi tutte le persone che compaiono in quelle foto. Tra l'altro nella foto si vede la partecipazione anche di un vigile urbano che presta servizio a Cavallino. Il tutto senza ottemperare ai previsti divieti anti assembramento. Il giorno in cui è morto Gorgoni hanno fatto esplodere persino dei fuochi d'artificio. Sto valutando se ci sono gli estremi per ravvisare reati». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani