AUTOCERTIFICAZIONE

Due amici possono andare in scooter insieme? Il dilemma della Fase 2 ancora da chiarire

Martedì 19 Maggio 2020 di Paolo Travisi
Due amici possono andare in scooter insieme? La

E' uno dei dilemmi di questa Fase 2. Quella del 18 maggio, che ci riporta ad una normalità dove le misure da tenere sempre a mente sono la distanza sociale e la mascherina da indossare nei luoghi chiusi. Ma ormai ci siamo abituati a sfumature e frasi da interpretare per non incorrere in eventuali sanzioni; in attesa di un chiarimento dalle FAQ della Presidenza del Consiglio dei ministri, cerchiamo di capire se si può andare in 2 su uno scooter? O meglio due amici possono andare in 2 su uno scooter?

La FAQ dell'11 maggio, quando era ancora necessaria l'autocertificazione per spostarsi e si potevano incontrare i congiunti, ma non gli amici, sulla questione era chiara:

E' possibile accompagnare, su due ruote o in auto, qualcuno che non sia munito di patente o non disponga di mezzi propri.​

Domanda - Si può andare in due in moto?
Risposta - Non è possibile andare in due in moto, non essendo possibile rispettare la distanza minima di un metro. Entrambi questi limiti non valgono se i mezzi sono utilizzati solo da persone conviventi.

Domanda - Devo effettuare uno spostamento giustificato dai motivi previsti dal decreto, ma non avendo la possibilità di disporre ovvero di condurre un mezzo privato, posso farmi accompagnare da una terza persona?
Risposta - Sì. Nel caso in cui non si disponga di un mezzo privato ovvero non si abbia la patente di guida o non si sia autosufficienti è consentito farsi accompagnare da un parente o una persona incaricata di tale trasporto da e verso la propria abitazione, anche tenuto conto dell’esigenza di limitare quanto più possibile l’utilizzo di mezzi pubblici e comunque nel rispetto di quanto previsto per l'utilizzo dei mezzi privati (vedi faq precedente). Nel rispetto di tali condizioni, anche lo spostamento dell’accompagnatore è giustificato. 

Domanda - Quanti passeggeri possono viaggiare in automobile? 
Risposta - Le auto possono essere utilizzate da più passeggeri solo se si rispetta la distanza minima di un metro. 

Coronavirus, Bernabei: «Superato il primo esame, ora attenzione ai bambini»
Milano, palco senza attori: le saracinesche restano giù
Virus, Roma: tavolini semivuoti e uno chef su due non è ripartito

Queste erano le FAQ dell'11 maggio, ora a partire dal 18, la circolazione all'interno della propria regione è libera, non è più necessaria l'autocertificazione per giustificare gli spostamenti e si possono vedere gli amici, anche al ristorante. Ma resta sempre in vigore la misura del governo di mantenere la distanza interpersonale di un metro, ma non tra conviventi. Dunque se si possono vedere gli amici, alla pari dei congiunti, in linea teorica non si dovrebbe mantenere la distanza di un metro. Quindi in scooter si potrebbe andare in due, meglio se con il casco integrale che avrebbe una funzione simile alla mascherina.

La questione rimane, anche in questo caso, appesa alle interpretazioni. Non è vietato espressamente, e quindi potrebbe essere consentito, visto che dal Governo - al momento - non sono giunti chiarimenti, attesi anche dalla  Polizia Locale di Roma Capitale, come ci viene confermato. 

Lo stesso discorso è valido anche per lo spostamento in automobile, dove i conviventi possono sedere sui sedili, anche uno accanto all'altro, mentre tra persone non conviventi, il passeggero non può sedere accanto al guidatore e quindi deve occupare il sedile posteriore al lato opposto. Ma, come per il discorso fatto per lo scooter, se gli amici sono al pari dei congiunti, allora teoricamente si potrebbe stare in auto senza mantenere la distanza di un metro, magari tenendo la mascherina.
 

Ultimo aggiornamento: 08:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA