Molestie all'Eurovision, hostess denunciano: «Importunate da staff artisti al party di apertura»

Molestie all'Eurovision, hostess denunciano: «Importunate da ballerini internazionali al party di apertura»
3 Minuti di Lettura
Martedì 10 Maggio 2022, 18:11

Dopo la bufera sull'adunata degli alpini di Rimini, un nuovo caso molestie travolge anche l'Eurovision. Numerose hostess hanno denunciato di essere state importunate da alcuni artisti internazionali, per lo più ballerini, nel corso del party inaugurale di domenica sera alla Reggia di Venaria. Lo riporta il Corriere della Sera, che cita chat di volontarie dell'evento in cui si parla delle molestie subite. 

Molestie alpini, dipendente hotel denuncia: «Mi hanno chiesto di fare la doccia con loro, poi un 70enne mi ha baciata»

Molestie all'Eurovision, il Comune smentisce e le associazioni insorgono

Mentre il Comune piemontese nega l'accaduto, il collettivo femminista "Non Una di Meno" prende posizione: «Come spesso capita la voce delle donne che vivono violenza viene silenziata, i loro racconti non creduti e le loro esperienze non ascoltate».  A quanto risulta, non sono state presentate denunce alle forze dell'ordine.

«A fronte delle segnalazioni rese pubbliche da numerose lavoratrici rispetto alle molestie subite sul proprio posto di lavoro durante la kermesse dell'Eurovision a che titolo il Comune dichiara che non sia successo niente di male?», afferma Chiara di "Non Una di Meno". «Si tratta di molestie sul posto di lavoro e come tali vanno affrontate - aggiunge - puntando l'attenzione sulle condizioni di estremo sfruttamento e ricattabilità che le donne vivono in ambito lavorativo e in alcuni contesti di lavoro in particolare. A queste donne va tutta la nostra solidarietà e siamo a loro disposizione per qualunque tipo di sostegno possano aver bisogno», conclude il collettivo, ricordando che «segnalazioni simili sono arrivate anche da Rimini nel corso dell'adunata degli alpini».

Torino Città delle Donne: questi episodi purtroppo non ci stupiscono

«Questi episodi purtroppo non ci stupiscono. Le segnalazioni sono state moltissime anche riguardo al raduno degli alpini proprio di questi giorni. Non si tratta di goliardia e non è più accettabile far passare episodi di questo tipo sotto questo cappello. Sono vere e proprie molestie. Altrettanto grave è il fatto che si tenda ancora una volta a sottovalutare le dichiarazioni di donne che lamentano questo tipo di episodi». Lo sostiene Carola Messina, vicepresidente dell'associazione "Torino Città delle Donne", in merito alla molestie che le volontarie di Eurovision hanno denunciato di avere subito da parte di alcuni componenti degli staff degli artisti.

«Non ero presente all'evento di Eurovision, ma spero che si facciano tutti gli accertamenti del caso per verificare che nessuna ragazza sia stata molestata - aggiunge la consigliera comunale torinese del Pd Ludovica Cioria, interpellata sulla vicenda - Una festa è tale solo quando possono godersela davvero tutte e tutti liberamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA