Estate 2021, in Italia vincono le ville e le dimore in affitto. Emma Villas: «mete preferite Toscana, Umbria ed Emilia-Romagna»

Estate 2021, mete preferite in Italia
5 Minuti di Lettura

Italiani e stranieri vogliono tornare a viaggiare. E vogliono farlo scegliendo il pregio delle ville e dimore entro i confini nazionali! A oggi, infatti, circa il 60% delle settimane prenotabili in ville e casali di pregio per luglio e agosto è già stato prenotato, con un boom di richieste registrato dopo l’annuncio del Green Pass (lo scorso 26 aprile). In meno di un mese è stato riscontrato un incremento del 25% rispetto al totale delle settimane prenotate prima dell’annuncio del 26 aprile. È questa, in sintesi, la fotografia scattata in vista delle prossime vacanze estive dall’Osservatorio Emma Villas, leader italiano nel settore del vacation rental (ossia affitti brevi di ville e tenute di pregio).

«Tanto i nostri connazionali, quanto gli stranieri, stanno mostrando grande interesse per la nostra formula: un modello di vacanza di altissimo livello, in luoghi sicuri in cui si azzerano i contatti con gli altri ospiti e che permettono di godersi in totale sicurezza il massimo del confort e del relax. Da quando è stato annunciato che di fatto sarà possibile tornare a viaggiare abbiamo registrato un incremento del +25% delle prenotazioni già nelle primissime settimane, un vero boom soprattutto di stranieri (circa il 63% delle nuove prenotazioni di questo mese), che sta premiando le nostre politiche di business», spiega Giammarco Bisogno, fondatore e CEO di Emma Villas srl. Le regioni più gettonate? Toscana, Umbria ed Emilia Romagna finora sono quelle col maggior numero di prenotazioni. I trend e i dati sono stati elaborati da Emma Villas, realtà con 15 anni di esperienza come Tour Operator dell’incoming italiano, che ha messo a disposizione i dati del proprio osservatorio privilegiato sul settore, attraverso un campione rappresentativo di 30.000 ospiti all’anno e 430 immobili gestiti in esclusiva.

Quello delle ville di pregio, dotate di ogni confort e benefit, è un turismo che riesce ad attrarre chi è alla ricerca di alti standard di qualità: per la stagione 2021, nonostante l’elevato numero di prenotazioni, sono ancora disponibili alcune delle ville più prestigiose del carnet Emma Villas. C’è a esempio la bellissima Villa Ambra in Sardegna caratterizzata da un look “total white” e da una piscina a sfioro e vista mare con annessa zona prendisole in sabbia, quasi a voler rappresentare un prolungamento del mare verso la proprietà stessa o anche Villa Alba, posizionata sulla costa sud orientale più bella della Sicilia, tra Giardini Naxos e Taormina, da cui è possibile godere di un panorama unico sul mare e sull’Etna. Per non parlare di Villa Ponti Bellavista, situata nei pressi di Bellagio in Lombardia, una vera perla, sempre con piscina, incastonata tra i pendii delle montagne con vista mozzafiato sul Lago di Como. «Chi sceglie questa soluzione – continua Bisogno - è alla ricerca di standard qualitativi alti, spesso di piscine, campi da tennis, oltre a spazi immensi che consentano di accogliere anche fino a 30 ospiti all’interno della stessa struttura. Ci scelgono famiglie, gruppi di amici, e per loro abbiamo soluzioni per ogni esigenza, sempre nella massima sicurezza. Questo permette di scegliere di condividere la vacanza (e le spese) con la propria famiglia “allargata” – per eventuali reunion dopo tanti mesi lontani – o anche con gruppi di amici».

Bonus vacanze, come e dove spendere i voucher da 150 a 500 euro (ma solo chi lo ha chiesto entro il 2020)


Ville e casali di pregio, Emma Villas: un fenomeno tutto italiano

Insomma, con il ritorno degli stranieri e l’interesse per l’holiday working degli italiani, ville e dimore di pregio si confermano una delle scelte di maggiore interesse per i viaggiatori. Un trend osservato anche lo scorso anno, nonostante la pandemia abbia causato la più grande crisi mondiale del turismo mai registrata (-1.300 miliardi di dollari nel 2020) [1]. «Nel 2020, l’affitto di ville e dimore di pregio è stato il segmento di mercato che ha reagito meglio alle difficoltà con un calo contenuto rispetto al contesto generale. Allora come oggi a premiarci è stata la stretta collaborazione con i proprietari, l’elasticità nella gestione di politiche di marketing e la canalizzazione dell’offerta. I dati che stiamo registrando ci fanno essere fiduciosi per l’imminente arrivo dell’estate», prosegue Giammarco Bisogno.

Nel 2020, nonostante la crisi, Emma Villas ha registrato oltre 2.200 prenotazioni in ville, appartamenti di pregio e casali con piscina privata in 14 regioni italiane, per un totale di oltre 3.200 settimane prenotate. Di queste, circa il 54% delle prenotazioni sono state confermate da italiani che hanno scelto come meta principalmente la Toscana (con 1.600 le settimane prenotate tra il campione osservato), l’Umbria (con oltre 500 settimane), le Marche e l’Emilia Romagna (con circa 200 settimane). La formula proposta da Emma Villas rappresenta, inoltre, una soluzione di affitto interessante non solo per i turisti, ma anche per i proprietari di immobili di pregio. Emma Villas, con la sua formula di business che prevede una gestione in esclusiva delle ville, è in grado di garantire un reddito annuo ai proprietari, sollevandoli dall’onere della gestione operativa dell’immobile e di avere certezze che difficilmente possono essere trovate altrove.

«Il modello ideato da Emma Villas è unico nel suo genere e ci ha consentito di incrementare le acquisizioni delle proprietà in portfolio anche in un anno di crisi come il 2020 e nel 2021 stiamo mantenendo questo trend di crescita. Questo risultato è stato possibile anche grazie ai proprietari che ci hanno affidato in gestione le loro ville, rassicurati dagli investimenti fatti dell’azienda su sicurezza, innovazione e smart hospitality (per il self – check in ad esempio), tutti elementi che hanno indotto anche gli stranieri a manifestare la loro volontà tornare in Italia», conclude Giammarco Bisogno.

Giovedì 3 Giugno 2021, 13:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA