Gran Bretagna, per il medico è solo stressata e la dimette: mamma muore appena torna a casa

Sabato 10 Novembre 2018 di Alessia Strinati

Muore di embolia pomonare, ma per il medico che l'ha visitata era solo stress. Michelle Roach, 32 anni, è deceduta al Royal Berkshire Hospital di Reading, nella contea inglese del Berkshire, a causa di una embolia polmonare che però il dottore che l'aveva visitata aveva scambiato per semplice stress. La donna inglese, mamma di una bambina, è morta un mese dopo il parto dopo aver iniziato ad avere una serie di problemi respiratori.

«Mi disse solo che sentiva il fiato corto, niente di più», ha detto la dottoressa che l'ha visitata spiegando che la paziente non le aveva fornito indizi per cui necessitasse una visita in ospedale. Il medico infatti ha pensato si trattasse solo di uno stato d'ansia e ha rimandato a casa la sua paziente. Pare però che la donna avesse questo disturbo da tempo e ora il marito accusa la dottoressa di essere statata troppo superficiale: «Se avesse detto che aveva bisogno di analisi più accurate oggi sarebbe ancora viva», ha raccontato a Metro.

L'uomo ha avviato una causa legale contro il medico, accusandolo di aver ucciso la moglie con una diagnosi sbagliata, fatta in modo troppo superficiale. La donna si è sentita male mentre portavano a spasso il loro bambino, dopo essere stata portata in ospedale i medici hanno capito che si trattava di embolia polmonare, ma per Michelle non c'è stato più nulla da fare. 

 

Ultimo aggiornamento: 19:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il manuale dei viaggiatori per evitare i borseggiatori di Roma

di Mauro Evengelisti