Assembramenti e niente mascherine, chiuse tre discoteche nel Riminese. In 2mila a ballare a Misano

Assembramenti in discoteca, chiusi tre locali nel riminese: oltre 200 persone accalcate e senza mascherina
3 Minuti di Lettura
Lunedì 16 Agosto 2021, 18:02

É stato necessario l'intervento della polizia per chiudere tre discoteche, nella provincia di Rimini, durante i controlli dello scorso fine settimana. Nelle strutture non si è rispettato il protocollo delle misure anti-Covid previsto, quindi sono scattate le chiusure e le multe ai proprietari.

La notte di sabato

Nella serata di sabato 14 agosto, la questura di Rimini, insieme alla polizia locale, ha controllato una discoteca di Rimini già chiusa la settimana scorsa per analoghi motivi. Nell'occasione, nel primo giorno utile di riapertura per la discoteca, agli agenti si è ripresentata la stessa scena vista pochi giorni prima, con circa 200 persone che, a ritmo di musica e ballavano senza rispettarre alcun distanziament interpersonale.

Green pass e discoteche, le nuove limitazioni dell'estate

Inoltre una parte del personale di sicurezza impiegato non era in possesso di regolare decreto Prefettizio, circostanza che comporterà un'ulteriore multa al titolare. È stata quindi disposta la chiusura per altri 5 giorni ed effettuata anche una segnalazione in Prefettura per ulteriori provvedimenti.

La notte di domenica

Ieri sera i controlli si sono concentrati sulle discoteche della provincia e anche in questo caso non sono mancate le violazioni. In una discoteca di Riccione, anche questa già sanzionata una prima volta, le forze dell'ordine hanno scoperto circa 500 clienti accalcati vicino ai banconi dei bar del locale, senza rispettare la regole del distanziamento e senza la mascherina. Altri 200 circa stavano ballando in un'area in prossimità della consolle del Dj, anche loro senza mascherina.

Mega rave a Valentano, in seimila a ballare sotto al sole

 

La situazione a Misano Adriatico

Situazione paradossale in un'altra discoteca controllata. A Misano Adriatico, gli agenti hanno trovato circa 2mila persone a ballare, richiamate dalla presenza di un noto e famoso Dj fino a riempire il locale quasi nella sua totalità, tanto da essere complicato muoversi all'interno del locale stesso.

Per l'attività è stata disposta la chiusura immediata, circostanza non semplice da eseguire dato l'alto numero di persone presenti. Il locale sarà chiuso anche per i prossimi 5 giorni.

 

Assembramenti anche all'aperto

In Piazzale Fellini nel centro di Rimini, all'altezza della fontana del 4 cavalli, un Dj ha intrattenuto una cinquantina di persone soprese dagli agenti a ballare senza alcun dispetto del distanziamento interpersonale. La questura ha provveduto quindi a interrompetere la festa e a multare l'organizzatore dell'evento. Un'altra segnalazione ha riguardato un noto stabilimento balneare dove circa 200 ragazzi, spontaneamente, avevano organizzato una festa da ballo, con casse e musica ad alto volume. All'arrivo delle pattuglie i ragazzi sono fuggiti lasciando sul posto tutto il materiale, che è stato sequestrato. In corso tutt'ora le attività per identificare gli organizzatori.

Rave party abusivo a Valentano, trovato morto il ragazzo scomparso nel lago di Mezzano

© RIPRODUZIONE RISERVATA