ULTIMA ORA

Incidente a Cuneo, la 17enne che si è salvata ma ha perso fratello e amici: «La vita mi ha giocato un brutto scherzo»

Giovedì 13 Agosto 2020 di Veronica Cursi

Sotto le stelle, l’altra notte, le urla di Anna si sentivano fino a molto lontano. «E' mio fratello», ripeteva disperata mentre i vigili del fuoco assistevano a quella «scena straziante»: i corpi sbalzati dall'auto rotolati per 100 metri in quel dirupo a Castelmagno che porta al santuario di San Magno. Cinque ragazzi, cinque amici, sono morti insieme: suo fratello Samuele Gribaudo, 14 anni, e con lui Marco Appendino, di 24 anni che guidava quel fuoristrada maledetto. E  poi Camilla Bessone, 16 anni, l'amica che come lei condivideva la passione da cheerleader e i fratelli Nicolò ed Elia Martini di 17 e 14 anni.
In quello schianto che le ha portato via tutto Anna, 17 anni, è rimasta ferita. Ma le cicatrici che farà fatica a rimarginare sono quelle che si porta dentro: i desideri spezzati che l'altra notte, la notte delle stelle, ha espresso sotto il cielo sbagliato.

Cuneo, la strada maledetta di Colle della Fauniera (una delle 20 più aspre d'Italia). Pantani vinse qui

Incidente Cuneo, chi sono i ragazzi morti. Il post poco prima dello schianto: «Ogni momento qui è magico»

«La vita mi ha giocato un brutto scherzo», scrive sul suo profilo Instagram appena uscita dall'ospedale a chi le continua a  ripetere «sei forte», «ti sono vicino», «non sei sola». E invece Anna sola adesso lo è un po' di più. Vorrebbe ritrovarli ancora i suoi amici della borgata Chiotti, come ogni estate, quando si riunivano insieme seduti a un tavolo a ridere e a mangiare. E invece adesso che sono diventati angeli può solo affidarsi ai ricordi. E per ognuno di loro ne ha di così belli. Le mancherà il suo fratellino Samuele, promessa della pallavolo nel settore giovanile della Cuneo Volley: «A te che mi aiuterai come hai sempre fatto», scrive postando una foto che li ritrae insieme abbracciati. 

Scorrono le immagini di loro due insieme da piccoli e quella vita spezzata troppo in fretta: "Eri l'unico in grado di capirmi soltanto guardandomi negli occhi. Eri il più piccolo ma sei quello che ci ha insegnato più di tutti. Il mio cuore è in pezzi ma la mia anima è piena di te".
Anna vuole ricordarli e salutarli uno ad uno. Camilla, quante volte hanno volteggiato insieme, amiche e cheerleader. Erano insieme nella Asd Cuneo Team Cheer e un anno fa Camilla si era esibita rappresentando l’Italia ai campionati mondiali, in Florida. Ed è proprio una foto "in divisa" che sceglie per ricordala: «A te che ci manchi come l'aria». Chi glieli darà ora quei «diamine di abbracci perfetti», se non ci sono più loro, i fratelli Elia e Nicolò, proprio lui domenica scorsa aveva compiuto 17 anni.
 

 

E poi c'è Marco, il più grande del gruppo, la sua persona speciale, i momenti con lui sono così tanti che nessuna pagina Instagram riuscirebbe a contenerli: «A te che sei, eri e sarai il mio unico per sempre», scrive e le foto insieme scorrono come un pugno allo stomaco. Le gite in montagna, gli scherzi, i baci e gli abbracci. L'altra notte volevano avvicinarsi un po' di più al cielo, per questo sono saliti fin lassù. E ora da quel cielo ai suoi angeli Anna chiede di essere protetta: «Proverò ad essere forte per loro».

I FERITI Con lei ferita lievemente ha riportato traumi alla colonna in più punti il 24enne ricoverato all'ospedale Cto di Torino. Il giovane ha subito un intervento, durato sei ore, di stabilizzazione della colonna. 
 

Ultimo aggiornamento: 16:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA