Cucchi, striscione contro il carabiniere che ha confessato il pestaggio

Cucchi, striscione contro il carabiniere che ha confessato il pestaggio
2 Minuti di Lettura
Domenica 14 Ottobre 2018, 19:53 - Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre, 14:42

Uno striscione contro Francesco Tedesco, il carabiniere brindisino che l’altro giorno ha accusato i suoi colleghi per il pestaggio mortale di Stefano Cucchi, è stato disteso sul cavalcavia De Gasperi, nel centro di Brindisi. Nel messaggio offensivo si parla di “vergogna”, e la paternità del lungo manifesto è stata rivendicata dai tifosi della “Curva Sud Brindisi”. La Digos ha fatto rimuovere lo striscione avviato le prime indagini per accertarne la responsabilità.

Nei giorni scorsi, la sofferta ammissione di Tedesco aveva riaperto anche mediaticamente il caso, dando ragione alla famiglia che da sempre sosteneva che il giovane fosse morto a causa di un violento pestaggio.
Ma la critica degli ultras salentini - che già in passato hanno preso posizione al fianco di Ilaria Cucchi - riguarda la tempistica: Tedesco avrebbe infatti parlato troppo tardi. Lo striscione si chiude infatti con la scritta "Cucchi vive".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA