COVID

Morto Michael Antonelli, promessa del ciclismo stroncato a 21 anni dal Covid

Venerdì 4 Dicembre 2020 di Nico Riva
Morto Michael Antonelli, promessa del ciclismo stroncato a 21 anni dal Covid

Michael Antonelli è morto. Aveva solo 21 anni, compiuti pochi giorni fa, il 30 novembre. La giovane promessa del ciclismo italiano si è spenta questa mattina all'ospedale di San Marino, suo luogo di nascita. Michael era ricoverato a causa di una grave crisi respiratoria, dovuta al Covid-19. Il giovane si stava ancora riprendendo lentamente e con fatica dal tremendo incidente di due anni fa, quando sulla Firenze-Viareggio cadde in un dirupo e fu trasportato d'urgenza in elisoccorso all'ospedale Careggi di Firenze. 

 

Colombia, ciclista cade al traguardo ma vince comunque la tappa

 

Il 15 agosto 2018, due anni e 4 mesi fa, Michael Antonelli precipitò dopo 91 km di corsa, durante la 72esima edizione della Firenze-Viareggio. Le sue condizioni apparvero subito gravissime, ma sopravvisse, non con poche difficoltà. In tutto questo tempo, Michael ha continuato a lottare, di ospedale in ospedale. Una riabilitazione lunghissima, dolorosa, una strada tutta in salita, ma Michael non si è mai arreso. Negli ultimi tempi, i miglioramenti erano visibili, aveva ricominciato a riconoscere le persone, ad alimentarsi. Aveva perfino potuto fare ritorno a casa. Ma non aveva fatto i conti con un male crudele, che ha monopolizzato il 2020 e mietuto oltre un milione e mezzo di vittime in tutto il mondo: il maledetto coronavirus si è portato via anche lui. Il Covid non ha avuto pietà: in pochi giorni le condizioni di Michael Antonelli sono precipitata di nuovo. E stavolta, non c'è stato niente da fare. Michael se n'è andato. 

Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA