BOLLETTINO

Covid, Emilia Romagna: stop ai ricoveri ospedalieri programmati (ma sono garantite le urgenze)

Martedì 9 Marzo 2021
Covid, Emilia Romagna: stop ai ricoveri ospadalieri programmati (ma sono garantite le urgenze)

È ancora allarme Covid in Emilia Romagna: stop ai ricoveri ospedalieri programmati.  Lo comunica la Regione, spiegando che nell'arco di tempo tra il 20 febbraio e l'8 marzo, l'occupazione delle terapie intensive è stata del 37,6%, con la soglia critica indicata dal Ministero (30%) che è stata superata già lo scorso 28 febbraio. Per i posti letto ordinari destinati ai positivi al coronavirus, l'occupazione è stata invece del 47,2%, a fronte di una soglia critica fissata al 40% e superata il 2 marzo. Un quadro complessivamente «critico», quello della Regione, che ha quindi deciso la sospensione delle attività di ricovero che possono essere rinviate, in tutte le Aziende sanitarie della regione. Sono comunque garantiti, si apprende, i ricoveri in caso di urgenze.

Lockdown weekend modello Natale, stop negozi con le scuole chiuse e niente vaccini in zone più colpite: le ipotesi

Il rafforzamento sanitario

La Regione ha precisato che in 14 mesi - cioè da quando è iniziata la pandemia - è stato realizzato un robusto piano di rafforzamento (+70%) della rete ospedaliera, a partire dai posti letto di terapia intensiva, passati dai 449 di fine 2019 ai 760 totali di oggi, di cui 605 permanenti e 155 temporanei. All'8 marzo, inoltre, dei 760 posti letto di terapia intensiva complessivi della regione sono 333 quelli attivati per i pazienti Covid e ne risultano occupati 286 (50 pazienti in più solo nell'ultima settimana).

Covid Italia, bollettino oggi 9 marzo 2021: i dati di Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Basilicata, Umbria, Abruzzo, Campania, Puglia

Si tratta dell'occupazione del 90% dei posti di terapia intensiva al momento dedicati al Covid, ma la regione può contare su altri 427 posti letto attivabili. Per quanto riguarda i posti letto ordinari, al momento è occupato il 47,2% del totale della regione. I posti attivati per Covid sono 3.046 e di questi 2.563 sono occupati, l'86%. Nel privato accreditato risulta occupato il 54% dei posti Covid ordinari, in numeri assoluti 460 su 837 (+155 nell'ultima settimana).

Super zona rossa, cosa è? Dagli spostamenti (molto ridotti) alle urgenze, ecco il modello Cts

Il bollettino regionale

Dall'inizio dell'emergenza, in Emilia- Romagna si sono registrati 285.021 casi di positività, 2.429 in più rispetto a ieri, su un totale di 43.575 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,5%. Sono 44 i nuovi decessi: 4 nella provincia di Reggio Emilia (tutti uomini, rispettivamente di 60, 77, 81 e 89 anni); 3 nella provincia di Modena (una donna di 92 e due uomini di 79 e 89 anni); 25 nella provincia di Bologna (dieci donne: di 68, 77, 81, 83, 87, 89 anni, due di 90, una di 94 e una di 95; 15 uomini rispettivamente di 48, 49, 63, 65, 72, 74, 81, 82, 84, 86, 87, 90, 91 anni, e due - di 59 e 79 anni- residenti a Imola); 2 nel ferrarese (una donna di 90 anni e un uomo di 76 anni); 4 in provincia di Forlì-Cesena (tre donne di 68, 71 e 95 anni e un uomo di 80 anni); 6 nel riminese (una donna di 42 anni e cinque uomini: di 69, 73, 76, 78 e 90 anni). Nessun decesso rè stato registrato nelle province di Piacenza, Parma e Ravenna. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 10.871.

 

Ultimo aggiornamento: 19:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA