CORONAVIRUS

Coronavirus, spesa a "targhe alterne" per ridurre contagio in comune del milanese

Mercoledì 25 Marzo 2020
Coronavirus, spesa a

Per evitare code troppo lunghe al supermercato del paese, il sindaco di Cerro Maggiore, nel milanese, ha firmato un'ordinanza coronavirus che permette di fare la spesa solo a "targhe alterne" o meglio a carte di identità alterne. Nei giorni pari possono andare al supermercato le persone che hanno la carta d'identità con un numero pari, nei giorni dispari gli altri. A controllare la polizia locale.

Cremona, positivo al virus si suicida lanciandosi dal settimo piano dell'ospedale

La scelta, ha spiegato il sindaco Giuseppina Berra al TgR Lombardia, è stata presa perché nella cittadina c'è un unico supermercato dove le code erano troppo lunghe. L'ordinanza del 23 marzo, che resterà in vigore fino al 15 aprile, prevede una multa di 150 euro per chi non rispetterà le regole.

Spiegare l'emergenza coronavirus ai bambini o no? Ecco come parlarne
 

Ultimo aggiornamento: 16:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi