CORONAVIRUS

Coronavirus, uomo e sessantenne: ecco il ritratto di chi è positivo a Roma

Mercoledì 18 Marzo 2020 di Mauro Evangelisti
Coronavirus, uomo e sessantenne: ecco il ritratto di chi è positivo a Roma

In maggioranza sono uomini e di età vicina ai 60 anni. Ecco il ritratto che esce dalle statistiche elaborate dalla Regione Lazio sui casi positivi al coronavirus a Roma e nelle altre quattro province. Attenzione, si parla di tutti i positivi, non solo di quelli che hanno avuto conseguenze gravi.

Vediamo più nel dettaglio l'analisi del Seresmi, Servizio Regionale per la Sorveglianza delle Malattie Infettive-Istituto Lazzaro Spallanzani: «Sui casi positivi confermati nel Lazio, il 61% sono di sesso maschile e il 39% sono di sesso femminile.  L'età mediana è 59 anni».  

Il 32% è in isolamento domiciliare, il 6 è già guarito. Per quanto riguarda le classi di età «maggiormente esposte sono: da 60-79 anni per il 36%, da 50-59 per il 21,7%, da 80-89 l'11,2% gli ultranovantenni sono l'1,8%. Il 10% dei casi è tra i 30-39 anni».

Infine, spiegano dall'assessorato regionale alla Sanità, «il 51,2% dei casi risiede a Roma città, mentre il 21,9%, risiede nella Provincia di Roma. Il 9,4% a Frosinone, il 6,3% a Viterbo, il 5,3% a Latina, il 2,3% a Rieti e il 3,6% viene da fuori Regione».  

In tutta Italia, invece, sul totale dei pazienti deceduti positivi a Covid-19 in Italia, sono 17 le persone di età inferiore ai 50 anni. In particolare, 5 di questi avevano meno di 40 ed erano tutti maschi fra i 31 e i 39 anni con gravi patologie pre-esistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità). È quanto emerge dal Report dell'Istituto superiore di sanità che analizza le caratteristiche dei pazienti deceduti positivi, pubblicato sul sito Epicentro, e aggiornato a ieri 17 marzo.

Ultimo aggiornamento: 13:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA