CORONAVIRUS

Coronavirus, rave party in spiaggia a Pozzuoli. Il sindaco: «Irresponsabili»

Lunedì 9 Marzo 2020
Coronavirus, rave party in spiaggia a Pozzuoli. Il sindaco: «Irresponsabili»

Un'indagine è stata avviata dal comune di Pozzuoli (Napoli), in sinergia con le forze di polizia, per identificare e risalire ad organizzatori e partecipanti ad un rave party svoltosi nel week end sul litorale flegreo, ad Arco Felice, sull'arenile delle Monachelle. Il tutto nel bel mezzo dell'emergenza coronavirus.

LEGGI ANCHE Coronavirus, Roma trema: stop alle piazze della movida, super-quarantena per migliaia

LEGGI ANCHE Il Coronavirus non ferma la movida, assembramenti e locali aperti: denunciati dieci gestori di pub e discoteche

Dura la condanna del sindaco, Vincenzo Figliolia, per l'iniziativa: «Alle Monachelle durante questo weekend è successo qualcosa di non plausibile: qualcuno ha ben pensato, in piena emergenza sanitaria e con divieti di assembramento, di organizzare un rave party, in un'area del resto interdetta da due diverse mie ordinanze perché pericolosa, a causa di una gestione fallimentare da parte del comune di Napoli. Sui social foto e video di questi irresponsabili sono ben visibili». Il sindaco è deciso a far scattare le denunce. «Qui si sta andando oltre ogni misura e mettendo a rischio la salute di un'intera comunità. Attenetevi soltanto alle disposizioni date dalle Autorità e state a casa. Uscite soltanto se indispensabile» ha esortato ancora Figliolia.
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 15:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA