CORONAVIRUS

Coronavirus è il personaggio di Asterix che nel 2017 partecipò alla "corsa d'Italia"

Mercoledì 4 Marzo 2020 di Giampiero Valenza
Coronavirus è il personaggio nel fumetto di Asterix che nel 2017 partecipò alla

Due persone hanno sconfitto Coronavirus con i romani che capeggiava: Asterix e Obelix. E lo hanno fatto in tempi non sospetti, quando del Covid-19 non ce n’era traccia. Jean-Yves Ferri e Didier Conrad hanno preso il testimone, dal 2013, dei personaggi di René Goscinny e Albert Uderzo con la volontà di proseguire la saga di Asterix. Nel 2017, in uno degli albi del valoroso eroe gallico, Asterix et la Transitalique (nella versione italiana Asterix e la corsa d’Italia), appare un corridore mascherato, nemico dei due tra i più celebri personaggi a fumetti di Francia. Il suo nome, oggi, è molto in voga: Coronavirus. E altrettanto eloquente è il nome del suo fido aiutante: Bacillus.

Nella storia a fumetti Giulio Cesare voleva continuare ad affermare il prestigio di Roma sul mondo e così ha scelto di organizzare una corsa di carri a cui far partecipare tutti i popoli per dimostrare l’eccellenza delle strade dell’Impero romano.

Ma la condizione di Cesare era una: Coronavirus (soprannominato 'l'auriga mascherato') avrebbe dovuto capeggiare la squadra romana. Nel testo a fumetti, i due Galli arrivano a sconfiggere Giulio Cesare, che nel frattempo si era sostituito a Coronavirus.

Nell'albo a fumetti, tra l’altro, ci sono diversi riferimenti all’Italia di oggi: da Roberto Benigni a Monica Bellucci, da Silvio Berlusconi a Sophia Loren. E, anche, il "profetico" Coronavirus.

Ultimo aggiornamento: 17:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani