CORONAVIRUS

Coronavirus, boom segnalazioni: «Seconde case prese d'assalto». Il caso Versilia. A Roma 200 multati

Domenica 12 Aprile 2020
3
Coronavirus, boom di segnalazioni: «Seconde case prese d'assalto». Il sindaco di Viareggio: «Dateci indirizzi»

Esodo verso le seconde case malgrado il lockdown per coronavirus. Sono numerose le segnalazioni di seconde case aperte sia in Versilia che sull'Appennino, tanto che svariati sindaci di località di villeggiatura sono sul piede di guerra. 

Coronavirus, da Fiorello a Vieri, ira dei vip per le fughe dalle città: «La gente è stupida»

I sindaci: «Denunciateli». Il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, invita i cittadini a segnalare ai vigili urbani, alla polizia e ai carabinieri gli «indirizzi esatti» per fare i controlli. «In molti segnalano l'arrivo e la presenza di persone nelle seconde case. È necessario che oltre alla indicazione generica di forniscano anche gli indirizzi, altrimenti i molteplici interventi delle forze dell'ordine rischiano di essere inefficaci. Fornite quindi indicazioni precise», ha scritto Del Ghingaro su Facebook. 

Boris Johnson dimesso dall'ospedale. Ma non tornerà subito al lavoro: convalescenza in campagna


Nel Modenese.
Aperte anche molte seconde case sull'Appennino modenese sono aperte: la Gazzetta di Modena che ha raccolto lo sfogo di numerosi primi cittadini della montagna. Fra i più arrabbiati c'è Gianfranco Tanari, sindaco di Zocca, paese natale di Vasco Rossi. «Voi che state arrivando sul nostro territorio ad aprire la seconda casa pensate di non essere visti? È da venerdì che ricevo segnalazioni», ha scritto su Facebook. Tanari segnala anche un maggiore afflusso ai supermercati, indice del fatto che molte persone sono arrivate.

Finora 200 multati a Roma. Posti di controllo serrati sui veicoli in transito, specialmente sulle principali strade e consolari in uscita dalla Capitale. Misure rafforzate dal Comando della Polizia Locale di Roma per tutto questo fine settimana: via Aurelia, via Cristoforo Colombo, via Pontina sono solo alcune delle arterie principali su cui si stanno eseguendo verifiche mirate sul rispetto delle disposizioni a tutela della salute pubblica. Le pattuglie a partire da ieri hanno rilevato oltre 200 irregolarità, alcune registrate anche durante gli accertamenti eseguiti questa notte. Nella sola mattinata di oggi, nonostante un numero inferiore di veicoli in circolazione, sono già oltre 4mila i controlli svolti dagli agenti con 108 sanzioni contestate: persone che tentavano di raggiungere il litorale o che si spostavano in auto o a piedi all'interno del territorio cittadino senza giustificato motivo. Diversi i veicoli fermati con a bordo più persone che tentavano di recarsi fuori città per andare a trovare amici e parenti. Controlli anche nei parchi, sui pedoni e le attività commerciali, che andranno avanti fino a tarda notte e per l'intera giornata di domani.
 


Code sulla Pontina. Traffico anche in uscita da Roma verso Pomezia, all'altezza di Spinaceto: un posto di blocco della polizia è stato istituito all'uscita per Pratica di Mare.

«Ho chiesto più controlli - ha detto - e ne chiederò anche davanti a casa di Vasco: è sempre venuto su a trascorrere la Pasqua, ma quest'anno ha comunicato che non ci sarà. Non vorremmo che si presentassero lo stesso dei fan, che non avrebbero davvero nessuna scusa per essere lì». Segnalazioni anche a Montecreto, dove il sindaco ha emesso un'apposita ordinanza e a Fanano. «Io ho ricevuto molte telefonate - dice Daniela Contri, sindaca di Riolunato - di persone che mi hanno chiesto se potevano venire. Non so, forse pesano che in montagna le regole valgano meno».

Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 10:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA