CORONAVIRUS

Coronavirus, Borrelli: «Medici non hanno riconosciuto i sintomi del virus»

Domenica 23 Febbraio 2020
1

Pronte le risposte all'emergenza coronavirus in Italia. sono 132 finora le persone positive al test secondo il commissario Angelo Borrelli: 26 di queste sono in terapia intensiva. Il paziente zero però non è ancora stato individuato, ha sottolineato. «È difficile formulare previsioni per quella che può essere la diffusione - ha aggiunto - l'unica misura concreta e valida da adottare è dunque quella di chiudere i territori».
 

Coronavirus, la diretta: 132 contagi in Italia, 2 morti. Nel mondo 2.461 vittime
Coronavirus, il giallo del "paziente 0" a Padova: ecco come avrebbe superato il blocco sanitario

«C'è stata una non conoscenza dei sanitari, che non sono stati in grado di riconoscere i sintomi del virus», ha spiegato Borrelli. «Non è un problema di quantità di test. Ci sono state situazioni in cui non si è stati in grado di riconoscere immediatamente i sintomi del virus» ha aggiunto Borrelli sottolineando però che non si tratta di una «colpa» dei medici quanto di una «difficoltà» ad individuare i sintomi.
 

E in caso di quarantena sono già disponibili «migliaia di posti» letto in decine di strutture militari in Italia nel caso fosse necessario mettere i cittadini in quarantena, ha spiegato Borrelli, sottolineando che l'Esercito ha messo ha disposizione 3.412 posti letto in oltre mille camere, mentre l'Aeronautica ne ha dati circa 1.750. «Abbiamo fatto inoltre una ricognizione con le regioni per gli alberghi - ha aggiunto - e siamo pronti ad utilizzarli». 

Contagio coronavirus, come difendersi: distanza di sicurezza a 2 metri, precauzioni Oms

«Al momento sono stati fatti oltre 3mila tamponi» per verificare la positività al Coronavirus, ha detto Borrelli sottolineando che c'è un «livello elevatissimo di screening sanitario».

Al momento le uniche aree sottoposte a isolamento in quanto ritenute focolai del virus sono i dieci comuni del lodigiano individuati nell'ordinanza del ministro della salute e del governatore della Lombardia e il territorio del comune di Vò Euganeo., ha confermato Borrelli. «È una valutazione che faremo con comitato tecnico scientifico e le regioni. Per il momento le aree sono quelle indicate» ha aggiunto. 
 

Ultimo aggiornamento: 15:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA