CORONAVIRUS

Coronavirus, morto Francesco Saverio Pavone, l'ex Procuratore che smantellò la Mala del Brenta

Lunedì 16 Marzo 2020
Coronavirus, morto Francesco Saverio Pavone, l'ex Procuratore ​che smantellò la Mala del Brenta

Coronavirus, morto Francesco Saverio Pavone, l'ex Procuratore che smantellò la Mala del Brenta. Il magistrato è morto oggi, lunedì 16 marzo, nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale dell’Angelo di Mestre (Venezia),Era ricoverato per problemi polmonari nel reparto da 15 giorni: è risultato positivo al coronavirus.

Coronavirus, Borrelli: «Oggi 349 nuovi morti, 19 in meno rispetto a ieri»

Coronavirus, test del vaccino sull'uomo: volontari tra 18 e 45 anni e senza patologie

Di origine pugliese, era nato a Taranto il 25 marzo 1944, entrò nel sistema giudiziario come cancelliere, prima di vincere il concorso in magistratura ed essere poi assegnato alla pretura circondariale di Mestre nel 1989.  Poi, nel 1993, divenne giudice istruttore.  A lungo a capo della Procura di Venezia ha finito la sua carriera alla guida della Procura di Belluno.
 
La sua dura battaglia contro i mafiosi in Veneto lo portò a collaborare anche con il magistrato Giovanni Falcone, tanto che il giorno della strage di Capaci, in cui il magistrato, la moglie e la sua scorta furono uccisi in un attentato dinamitardo, si sarebbero dovuti vedere per discutere di un'estradizione.
 

 
 

 

Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 08:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA