CORONAVIRUS

La famiglia Caltagirone e il Gruppo Caltagirone donano un milione al Gemelli e allo Spallanzani

Lunedì 16 Marzo 2020
​La famiglia Caltagirone e il Gruppo Caltagirone donano 1 milione al Gemelli e allo Spallanzani
La famiglia Caltagirone e il Gruppo Caltagirone, nel rivolgere il proprio plauso all’impegno che ospedali e istituti sanitari italiani hanno messo in campo per fronteggiare l’emergenza coronavirus in atto nel Paese, intendono fornire un contributo concreto a sostegno degli sforzi del personale sanitario e delle strutture ospedaliere romane.

A tal fine Immobiliare Caltagirone (Ical), società personale della famiglia al cui capitale partecipano il Cavaliere del lavoro Francesco Gaetano Caltagirone e i figli Azzurra, Alessandro e Francesco junior, ha deliberato l’erogazione di una donazione di 500 mila euro a favore del Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma.

A sua volta, il consiglio di amministrazione del Gruppo guidato da Francesco Gaetano Caltagirone ha deliberato, in occasione dell’approvazione del bilancio 2019, una donazione di 500 mila euro a favore dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

«In questo momento di difficoltà per il Paese - spiega in una nota Caltagirone, presidente del Gruppo – anche il mondo produttivo deve fare la sua parte. Per questo abbiamo ritenuto opportuno sostenere gli sforzi che il personale sanitario sta facendo in questi giorni con una donazione a favore delle due strutture romane impegnate in prima linea nel contenimento dell’emergenza coronavirus». 

«Questo gesto - aggiunge nella nota l’imprenditore capitolino - vuol essere anche un ringraziamento a medici, infermieri e ricercatori per quello che stanno facendo per tutti noi e non esaurirà il nostro sostegno ed il nostro impegno per la città».

Come è noto, il Policlinico Gemelli, con i suoi 1558 posti letto, è il più grande ospedale d’Italia e una delle più grandi strutture private d’Europa. Quanto all’Istituto Spallanzani, tutti hanno avuto modo di conoscere la grande competenza e la dedizione con la quale in queste settimane ha fatto onore alla propria specializzazione. Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 13:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA