CORONAVIRUS

Coronavirus, diretta. Terzo morto, un'anziana a Crema. In Italia 152 contagi, 112 in Lombardia

Domenica 23 Febbraio 2020
Coronavirus, diretta. Terzo morto, un'anziana a Crema. In Italia 150 contagi, 112 in Lombardia

Coronavirus in Italia, sono 152 i contagiati: In Lombardia la situazione peggiore: «Abbiamo fatto più di 880 tamponi, 112 sono i casi positivi, con una media del 12%. Dei 53 ricoverati in ospedale, 17 sono in terapia intensiva». Lo ha spiegato l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera. I casi in Veneto 24 (ai quali va sommato l'anziano morto a Vo' Euganeo), in Piemonte 6, in Emilia Romagna 9 e nel Lazio 2. Questi ultimi sono la coppia di cinesi che si trova ancora allo Spallanzani. Tre, invece, le vittime, una in Veneto e due in Lombardia. Continuano i test per le persone che hanno avuto contatti con i contagiati. Ieri negativi i controlli su una ragazza ricoverata a Vasto e su un caso sospetto in Umbria. Il presunto "paziente zero" ribadisce di non aver mai avuto il virus. Il numero verde da contattare in caso di sospetto contagio è il 1500.

Coronavirus, dalla "A" di antivirali alla Z di "Zibetto": l'alfabeto del virus

Morta donna a Crema. È avvenuto all'ospedale di Crema (Cremona), e non a Cremona come riferito in un primo momento, il decesso della terza persona in Italia per il Coronavirus. «È una signora anziana che era ricoverata in oncologia all'ospedale di Crema» da «alcuni giorni», ha spiegato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.

Gli altri numeri di emergenza messi a disposizione dalle Regioni sono: VENETO numero verde 800462340, VALLE D'AOSTA numero 800.122.121.

NEL MONDO
Il bilancio mondiale del coronavirus sale a 2.461 vittime, secondo la mappa online della statunitense Johns Hopkins University. Stando ai dati pubblicati, i casi confermati di contagio sono 78.766, tra cui i 76 italiani. Sono, invece, 23.133 le persone guarite ad oggi.

LEGGI ANCHE Coronavirus, il giallo del "paziente 0" a Padova: ecco come avrebbe superato il blocco sanitario
LEGGI ANCHE Coronavirus, rientra in Irpinia da Codogno all'insaputa di tutti: scatta la quarantena a Montefusco

Ore 15.12 - Quattro casi positivi nella bergamascaSono 4 i casi di coronavirus nella Bergamasca, dove nel pomeriggio è stato chiuso il Pronto soccorso dell'ospedale di Alzano Lombardo, dove si sono registrati due casi (un paziente e un infermiere). Il Pronto soccorso è in isolamento e si sta valutando se chiudere l'intero ospedale. Gli altri due casi si sono registrati a Seriate e Bergamo.

Ore 12.56 - Sono 137 le persone positive al coronavirus in Italia. Lo ha detto il commissario Angelo Borrelli facendo un punto sull'emergenza coronavirus sottolineando che 26 di queste sono in terapia intensiva. Il numero complessivo dei positivi, ha spiegato Borrelli, tiene conto delle due vittime - una in Lombardia e una in Veneto - e del ricercatore che era ricoverato allo Spallanzani ed è guarito. In Lombardia i casi sono dunque 93 (oltre alla vittima), in Veneto 24 (ai quali va sommato l'anziano morto a Vò Euganeo), in Piemonte 6, in Emilia Romagna 9 e nel Lazio 2. Questi ultimi sono la coppia di cinesi che si trova ancora allo Spallanzani. Attualmente, ha detto ancora Borrelli, 129 persone sono in ospedale sotto osservazione, 54 sono ricoverati, 26 sono in terapia intensiva e 22 in isolamento domiciliare.

Ore 12.24 - Altri 6 casi di positività al coronavirus, che portano a 9 il numero complessivo di contagiati presi in carico dall'ospedale di Piacenza. Si tratta di cinque piacentini e di un residente in provincia di Lodi, in Lombardia. Dei nove diagnosticati al virus, 5 sono ricoverati presso lo stesso nosocomio in isolamento, mentre 4 si trovano al proprio domicilio, sempre in isolamento. Lo comunica una nota della Regione Emilia Romagna. Tra i nuovi casi, vi sono anche due medici e un infermiere dell'ospedale di Piacenza. Il nosocomio sta mettendo in atto ogni misura per affrontare in modo adeguato la situazione.

Ore 11.43 - Sono saliti a 25 (compreso l'uomo deceduto) i casi di persone contagiate in Veneto. Tra i nuovi malati anche due anziani di Venezia, ricoverati nell'ospedale cittadino. Lo ha reso noto poco fa il governatore Luca Zaia«Tra i 25 abbiamo il cluster di Vo' con 19 contagiati, tre operatori di Dolo contagiati, di cui una cardiologa, un addetto alle pulizie e un infermiere, poi abbiamo il contagiato di Mira e l'altra novità sono due anziani, sugli 88 anni, in terapia intensiva a Venezia Città Storica: quindi abbiamo anche a Venezia i primi due contagiati», ha spiegato Zaia aggiungendo che si tratta di «due veneziani doc del centro storico».

Ore 11.25 - C'è un terzo caso di contagio da coronavirus nel Pavese. Lo rende noto su Facebook Elia Grossi, sindaco di Santa Cristina e Bissone, poco meno di 2mila abitanti. «Il paziente è ricoverato da ieri nel reparto infettivi del San Matteo di Pavia e le sue condizioni cliniche sono buone - scrive -. La notizia positiva è che la figlia, che vive a suo stretto contatto, è invece risultata negativa». Nel Pavese è già stata dichiarata positiva al virus una coppia di medici di Pieve Porto Morone, ricoverati al San Matteo.

Ore 11.15 - Due nuovi casi di contagio di coronavirus a Torino. Si tratta dei genitori di una bimba visitata ieri al Regina Margherita. I due che risiedono nel torinese e che non manifestano sintomi ma sono stati sottoposti a test a seguito di un colloquio con i sanitari, non sono stati ricoverati, ma resteranno in isolamento nella loro abitazione. A quanto apprende l'Adnkronos avrebbero avuto contatti con una famiglia di Codogno, comune del basso lodigiano indicato come uno dei comuni focolai del virus. Non ci sarebbero, quindi, collegamenti con il manager di una multinazionale lombarda, residente a Torino e ricoverato in ospedale. Le condizioni di quest'ultimo, si apprende dai sanitari, non destano particolari preoccupazioni.
 

 

Ore 10.12 - «Siamo a 89 contagiati in Lombardia». Lo dice il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a Sky Tg24. Su base nazionale «purtroppo» si «superano sicuramente i cento», aggiunge. Il numero di persone che dovrà stare in isolamento per scongiurare che abbiano il coronavirus «sarà molto rilevante» dice Fontana a SkyTg24, aggiungendo che si cercano altre strutture oltre all'ospedale militare di Baggio a Milano e gli alloggi dell'aeronautica a Piacenza. Si sta valutando «un ospedale dismesso e strutture alberghiere che siano disponibili»

Ore 9.37 - È risultato positivo al coronavirus un diciassettenne residente in un paese della Valtellina, che studia però all'istituto agrario di Codogno. Venerdì, dopo esser tornato nel paese della provincia di Sondrio, ha iniziato ad avere la febbre e gli è stato fatto il tampone all'ospedale di Sondrio.

Ore 8.33 - Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e la coesione territoriale, sulla sua pagina Facebook ha scritto: «È stato un CdM difficile, le cui decisioni sono state assunte col supporto della comunità scientifica. Abbiamo previsto misure che consentono di tutelare la salute dei cittadini, di contenere l'epidemia, isolando i focolai, e di mitigarne gli effetti, minimizzando le situazioni a maggiore rischio di contagio».

Ore 7.40 - «Siamo in attesa di ulteriori disposizioni da parte della Prefettura di Lodi che pubblicheremo appena possibile»: lo si legge sul sito del Comune di Codogno, uno dei principali centri del lodigiano per cui nella riunione del Consiglio dei Ministri di ieri notte è stato disposto il divieto di ingresso e uscita a causa dell'emergenza coronavirus.
 


Ore 7.28 - Sono 648 i nuovi casi di coronavirus in Cina portando il numero totale di infezioni a livello nazionale a 76.936. Sono 97 i nuovi decessi, arrivando così a 2.442. Lo affermano le utorità sanitarie cinesi. In Cina quasi tutti i nuovi casi e morti sono stati segnalati nella provincia centrale di Hubei le cui autorità locali hanno affermato che il periodo di incubazione per il coronavirus potrebbe durare fino a 27 giorni, secondo i media statali.

Ore 7.16 - Altre due persone sono morte in Corea del Sud dove si sono registrati altri 123 casi di coronavirus arrivando così a un totale di 556 contagi e quattro vittime. Lo hanno riferito le autorità di Seoul secondo le quali sono stati segnalati casi anche nella capitale Seoul, nella provincia sud-occidentale centrale di Chungcheong e sull'isola di Jeju.

LEGGI ANCHE Coronavirus, irritazione Oms: «Non avete capito dov’è il focolaio»
LEGGI ANCHE Coronavirus, si fermano sport e serie A: non si giocano Inter-Samp, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari

Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio, 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA