Il Tricolore sarà celebrato nonostante il virus dal Capo della Polizia e dall'ex questore Tagliente

Il capo della polizia Franco Gabrielli sarà alla cerimonia per il Tricolore insieme all'ex Questore di Roma Francesco Tagliente
di Luca Lippera
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Gennaio 2021, 14:44

Nonostante la pandemia di Coronaviurs che infuria, giovedì prossimo, il 7 gennaio, si celebra la Giornata nazionale della Bandiera, con l’Associazione Nazionale Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Ancri) che renderà omaggio al Tricolore, tra gli altri con un evento speciale su Italia 7, Canale 17, ospitato dalla rubrica “Monitor”, condotta da Gaetano D’Arienzo. Ci sarà anche il capo della Polizia Franco Gabrielli.  La trasmissione andrà in diretta dalle 21.30, proprio in televisione su Italia 7, con il canale che si irradia in quattro quattro regioni – Toscana, Umbria, Liguria (limitatamente alla provincia della Spezia) e Lazio (limitatamente alla Provincia di Viterbo) – e anche sul digitale terrestre, canale 192. L'evento può essere anche seguita anche sulla pagina Facebook  dell’emittente aquesto indirizzo: https://fb.watch/2JyXVcJBXP/

L'epidemia non ferma l'attività dell'Associazione degli insigniti all'ordine al Merito, «La nostra Bandiera, bianca, rossa e verde - ricorda l'Ancri - è il simbolo fondante dell’unità nazionale, dell’anima e del cuore del popolo italiano, messo in questi mesi duramente alla prova,. La bandiera ci ricorda delle libertà conquistate e dei sentimenti più nobili della nostra Nazione e della nostra storia. Il tricolore unisce tutti i cittadini,soprattutto quelli chiamati a tutelare la persona in questo periodo di emergenza sanitaria, e ricorda a tutti gli altri valori richiamati nella Costituzione». Diversi anni fa lapartenza del progetto.

Alla trasmissione prenderanno parte, in collegamento o con un videomessaggio, il Capo della Polizia - aappunto - Franco Gabrielli, il maestro direttore d'orchesta Riccardo Muti, lo storico Michele D’Andrea (soci onorari dell’Ancri) , l’ambasciatore Francesco Maria Talò, rappresentante permanente dell'Italia presso il Consiglio Atlantico, l’ambasciatore Staffan de Mistura (soci nazionali Ancr); Rocco Damone, Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi di Firenze. Insieme al presidente Tommaso Bove e al delegato alle relazioni istituzionali, il prefetto Francesco Tagliente - indimenticato Questore di Roma - in rappresentanza dell’Ancri ci saranno presenti l’oncologo Franco Graziano (vice presidente dell’Associazione), il neuroscienziato Pietro Pietrini Direttore della Scuola Imt Alti Studi Lucca, il Questore Roberto Massucci, Carlo Santucci (un giovane medico in prima linea negli ospedali riservati al Coronavirus) e il Generale Alessandro Butticè, coordinatore delle delegazioni dell’Ancri all’estero. L’associazione conta oggi proprie sezioni in 18 Paesi: Argentina, Armenia, Belgio, Canada, Cipro, Francia, Germania, Giappone, Libano, Malta, Nigeria, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Tunisia Ucraina e Stati Uniti.

La “Giornata nazionale della bandiera” è anche l’occasione per un forte richiamo al rispetto della Bandiera e del suo decoro. Troppo spesso ci sono tricolori ridotti in stracci anche su pubblici edifici. La richiesta di rispetto arriva in particolare dal presidente Tommaso Bove, che ha rivolto ai vertici delle 20 delegazioni regionali e delle 75 sezioni territoriali dell’Associazione – che, ricordiamo, raduna gli insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana da Cavaliere a Cavaliere di Gran Croce – l’invito a promuovere ogni iniziativa per rafforzare la consapevolezza su una questione che non è solo formale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA