ANGELO BORRELLI

Coronavirus: 31.506 casi (+2.989), 2.941 guariti (+192). I morti sono 2.503 (+345). Aifa: avviati i test su farmaco artrite

Martedì 17 Marzo 2020
1
Coronavirus: 31.506 casi (+2.989), 2.941 guariti (+192). I morti sono 2.503 (+345). Aifa: avviati i test su farmaco artrite

Il bollettino sui casi di coronavirus in Italia segna un totale di 31.506 casi (compresi deceduti e guariti), con un incremento rispetto a ieri di 2.989 positivi. I guariti sono 2.941, 192 in più. I morti in tutto per il Covid-19 sono 2.503, 345 nelle ultime 24 ore. Sono 2.060 i malati ricoverati in terapia intensiva, 209 in più rispetto a ieri. Di questi 879 sono in Lombardia. Dei 31.506 malati complessivi, 12.894 sono poi ricoverati con sintomi e 11.108 sono quelli in isolamento domiciliare. Nella giornata di oggi sono stati trasferiti dagli ospedali della Lombardia 50 pazienti in terapia intensiva.

LEGGI ANCHE ​Mappa contagio: 17.987 casi in tre regioni. Il 42,6% in isolamento domiciliare

Le vittime. Nel dettaglio, a causa del coronavirus, in Lombardia sono decedute 1.640 persone; in Emilia Romagna 393; in Veneto 80; nelle Marche 69; 133 in Piemonte; in Toscana 17; in Liguria 60; 5 in Puglia; in Sicilia 3; in Abruzzo 6; in Puglia 18; nel Lazio 23; 9 in Campania; in Friuli Venezia Giulia 30; 7 a Trento, a Bolzano 8; 2 in Sardegna; 9 in Campania; 2 Valle D'Aosta; 1 in Calabria Molise e Umbria. Lo si legge nel bollettino delle 18 diffuso dalla Protezione civile sulla diffusione del coronavirus in Italia

LEGGI ANCHE Coronavirus, a Roma 57 nuovi casi, nel Lazio sono 84: positivo bimbo di 5 mesi al Gemelli

LEGGI ANCHE Coronavirus Lombardia, Fontana: «Ospedale in Fiera Milano, lavori accelerano»
 
Il meridione. Il dato di oggi di vittime e contagiati da coronavirus in Italia «credo sia nel trend dei dati di questo periodo. Prossima settimana potremo avere dei dati adeguati in relazione alle misure adottate», ha detto Borrelli, sottolineando che è ancora «prematuro fare delle previsioni sulle diffusioni del virus al sud e per poter esprimere dei giudizi». «Quello che è importante è limitare la mobilità e stare più possibile a casa, perché questo è l'unico modo che ci permette di ridurre» la diffusione del virus, ha aggiunto. Borrelli ha anche annunciato che l'ospedale da campo degli alpini sarà installato a Bergamo.  

Il farmaco anti-artrite. «Annunciamo la sperimentazione del tocilizumab, farmaco per artrite reumatoide; i dati preliminari sono promettenti. Lo studio sarà su 330 pazienti e partirà giovedì per valutare l'impatto del farmaco», ha detto Nicola Magrini, direttore Aifa, Agenzia italiana del farmaco, alla conferenza stampa alla Protezione civile.
 


Lombardia. Come di consueto, prima di Borrelli, c'è stata la conferenza stampa dell'assessore alla Salute della Lombardia Gallera che ha dato notizia dell'arrivo di respiratori per i nuovi posti di terapia per affrontare l'emergenza. «Crescita costante» dei numeri sull'emergenza coronavirus nella Regione Lombardia», ha detto l'assessore sottolineando che i casi positivi sono 16.220, 1.971 più di ieri. Le persone ospedalizzate sono 6.953 (+782), 'una crescita inferiore rispetto al giorno precedente, un dato che potrebbe essere positivo, ma non possiamo aggrapparci ai numeri che cambiano di giorno in giorno. I pazienti in terapia intensiva sono 879, 56 in più di ieri. Il numero di vittime è salito a 1.640, in aumento di 220, «una crescita inferiore a quella di ieri, ma sempre particolarmente alta».

LEGGI ANCHE Coronavirus in Lombardia, Gallera: «Numeri dell'emergenza in crescita costante»

Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 06:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani