Colpito in faccia da una fucilata mentre raccoglie legna nel suo giardino

Domenica 13 Gennaio 2019 di Remo Sabatini
3
Un cacciatore
Stava raccogliendo legna nel suo giardino quando è stato coplito da 50 pallini da caccia in pieno volto.
La tragedia, per fortuna soltanto sfiorata, si è consumata nel grande giardino di proprietà di Guido Facci, ingegnere di 77 anni che, insieme alla moglie, aveva deciso di raccogliere della legna nella sua proprietà.

Il colpo di fucile, cui è seguita la rosa di pallini che hanno colpito in faccia e sul cranio, ferendo gravemente il malcapitato, è partito dall'arma di un cacciatore di Schio, località del vicentino poco distante che, stando alla ricostruzione dei fatti, si è immediatamente portato sul posto per soccorrere la vittima.

La giornata, era un sabato mattina, era assolata. Anche per questo ci si interroga sull'accaduto.
L'incidente, che soltanto grazie ad una buona dose di fortuna, non è risultato fatale per la vittima, riapre semmai ve ne fosse ancora bisogno, il dibattito relativo alla caccia.
Stagione dopo stagione infatti, continuano ad essere registrati morti e feriti anche tra chi, come accaduto in questo caso, con l'attività venatoria non aveva nulla a che fare.

Nel frattempo, la vista del ferito sembra sia in serio pericolo, tanto che potrebbe perdere addirittura un occhio.
Le indagini, dei carabinieri della locale stazione di Piovene Rocchette, sono in atto. Si vuole fare piena luce sulla vicenda. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma