Colleferro, il regista Daniele Vicari: «Willy come Emanuele Morganti, le vittime siamo noi»

Colleferro, il regista Daniele Vicari: «Willy come Emanuele Morganti, le vittime siamo noi»
1 Minuto di Lettura
Lunedì 7 Settembre 2020, 12:14 - Ultimo aggiornamento: 9 Settembre, 10:32

«Willy Monteiro Duarte, un altro splendido ragazzo è stato ucciso da “balordi”, questa volta a Colleferro, pochi chilometri da Alatri dove fu massacrato tre anni fa Emanuele Morganti da altri "balordi" fratelli gemelli dei primi». Lo scrive su Facebook il regista Daniele Vicari, autore di "Emanuele nella battaglia" (Einaudi editore) sull'omicidio, ad Alatri, di Emanuele Morganti, che ora torna a parlare di quanto accaduto a Colleferro.

Colleferro, i 4 aggressori sono in carcere a Rebibbia. Il vescovo: «Tutti corresponsabili»
Colleferro, Willy ucciso dopo una rissa. Fornelli e calcio le sue passioni: «Voleva diventare come Totti»

«Quelle vittime siamo noi. Ma siamo noi anche quei bulli, per cui più o meno consapevolmente parteggiamo nelle fiction, votiamo proprio perché bulli, e di cui spesso, senza rendercene conto, condividiamo l'idea di una società violenta, concepita come un branco, e per questo discriminatoria, pronta a scagliarsi sui deboli e su chi non fa parte del branco appunto».

 

COLLEFERRO NUOVO ZERO WILLY ED EMANUELE uniti in un destino tragico: quel destino siamo noi. Willy Monteiro Duarte, un...

Posted by Daniele Vicari on Sunday, 6 September 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA