Il Cnr svela i brevetti per la Scienza della vita e la salute

Lunedì 25 Marzo 2019
Il CNR apre il cassetto delle meraviglie e avvia con Cluster CHICO un importante accordo di collaborazione mettendo a disposizione anche i propri brevetti. Il cluster, impegnato nel settore delle Scienza della vita, si offre di traghettare la ricerca dalla sperimentazione alla realizzazione operativa. Un passaggio possibile grazie a tutti i soci di Chico, tra Università pubbliche e private, Aziende sanitarie e ospedaliere, imprese, start up e laboratori, che hanno la capacità di trasformare i progetti in azioni concrete nel campo del benessere e della salute.

Ad intuire la possibilità di trasformare in realtà le idee, sono stati il Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche Professore Massimo Inguscio, e il Presidente di Chico (Cluster of Health, Innovation and Community) Professore Fabio Miraglia, che hanno sottoscritto uno storico accordo. «Il Cnr è a disposizione del fare - ha commentato l’accordo Cristina Battaglia, responsabile dell’ufficio valorizzazione della ricerca che ha sostituito il presidente Inguscio -. Non riusciremo a essere efficaci se non saremo capaci di proporci alle imprese. Valorizzare la ricerca per non soffrire più di quel nanismo che blocca lo sviluppo: per questo mettiamo a disposizione il nostro portfolio di esperienza e capacità, di brevetti e laboratori avviando un percorso per rendere appetibile la ricerca pubblica. Siamo pronti all’internazionalizzazione senza la delocalizzazione delle produzioni». «Dialogare, mettere in comunicazione la ricerca e le imprese, in un territorio come quello di Roma e Lazio che da sempre rappresenta un polo di eccellenza per il benessere e la salute – ha aggiunto Fabio Miraglia -. Avremo l’opportunità di creare spunti per una nuova economia circolare e di sistema, ricchezza e posti di lavoro con un unico obiettivo: la salute. Il Cluster CHICO vuole legare l’esperienza imprenditoriale con la ricerca di altissimo livello prodotta dal Cnr aggiungendo il terzo pilastro del sistema produttivo con LifeSeeder a sostegno della finanza imprenditoriale».

Ma quali sono le ragioni profonde dell’accordo? Il Cnr, nel suo dna ha una competenza scientifica generale con il compito di svolgere, promuovere, diffondere, trasferire e valorizzare attività di ricerca nei principali settori di sviluppo delle conoscenze e delle loro applicazioni per lo sviluppo scientifico, tecnologico, economico e sociale del Paese, perseguendo l'integrazione di discipline e tecnologie diffusive ed innovative anche attraverso accordi di collaborazione e programmi integrati. CHICO è il primo cluster della salute nato dalle imprese del Lazio appartenenti al settore Life Science. La funzione è quella di facilitatore del trasferimento delle conoscenze e delle tecnologie dal settore della ricerca a quello dell’industria al fine di sviluppare progetti innovativi e sostenibili nel campo della salute e del benessere. Inoltre Chico operando nel settore salute, scienze della vita, propone interventi finalizzati ad avere impatti sulla produzione, sul consumo e sulla qualità della vita individuale e collettiva anche tramite innovazioni di processo e di prodotto, anche attraverso un coinvolgimento continuo e il confronto con imprese farmaceutiche, biomedicali, agroalimentari, del settore IT e strutture ospedaliere del territorio.

Ora inizierà la fase concreta della collaborazione scientifica anche grazie a programmi che il Cnr coordina in attività europee attraverso la rete di Enterprise Europe Network, nonchè l’organizzazione congiunta e la promozione del Meet In Italy for Life Sciences, evento internazionale leader di settore. Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 10:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

E i topi brindano ai 100 giorni senza assessore all’ambiente

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma