“Centro stupri", bufera social per la maglietta dei ragazzi in discoteca a Lignano: «Scusate, era solo una bravata»

Mercoledì 24 Giugno 2020
“Centro stupri

Bufera social su un gruppo di ragazzi. Si sono fatti riservare un tavolo in discoteca a nome «centro stupri» per festeggiare il compleanno di uno di loro. E nel corso della serata si sono ripresi con i loro smartphone, esibendo anche il cartellino con la scritta e vantandosi. Poi hanno postato tutto sui social (foto e video fatti circolare da Selvaggia Lucarelli). Protagonisti 7 ragazzi friulani che già nei giorni scorsi avevano diffuso online alcune foto di loro che indossavano t-shirt con la stessa scritta. Un gesto che ha fatto indignare il popolo del web. È accaduto a Lignano Sabbiadoro lo scorso sabato sera. Il cartellino è stato rimosso dal tavolo dai gestori del locale, non appena il video ha cominciato a circolare. Dopo un primo botta e risposta (anche con frasi sessiste e razziste) alle critiche ricevute via web, i ragazzi, a distanza di qualche giorno, si sono scusati per la «bravata».

Violentano amica ubriaca dopo la discoteca, quattro arresti a Genova

© RIPRODUZIONE RISERVATA