Padova, per anni nasconde in casa i cadaveri dei parenti per riscuotere la loro pensione

Mercoledì 15 Maggio 2019

I cadaveri di due anziani, deceduti da tempo per cause naturali, sono stati scoperti dai carabinieri nella legnaia di un'abitazione, a Sant'Urbano (Padova). A nasconderli sarebbe stato F.B., un uomo di 55 anni, figlio di un'anziana del 1931, morta sei mesi fa, e nipote di un uomo del 1929, morto tre anni fa

Uccisero ex calciatore e lo sciolsero nell'acido, ergastolo per madre e figlio

La scoperta è avvenuta nel tardo pomeriggio di oggi 15 maggio. Sul posto si sono recati per gli accertamenti i carabinieri del Nucleo Investigativo di Padova, del Radiomobile della compagnia di Este e il reparto investigativo del radiomobile di Padova. La zona è stata transennata e sequestrata, sono in corso accertamenti. L'uomo è stato interrogato dai militari, in attesa di decisioni da parte della magistratura.

Il corpo della mamma era conservato in un cellophane mentre quello dello zio, ormai scheletrizzato, all'interno di una cassetta di legno. L'uomo ha ammesso di non aver denunciato la morte dei due per continuare a riscuotere la pensione. E' stata disposta l'autopsia: i due corpi saranno analizzati dal medico legale per capire se sono morti di morte naturale come riferito ai carabinieri dall'uomo, che è stato denunciato per occultamento di cadavere e truffa aggravata.

Ultimo aggiornamento: 22:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

In ospedale c'è posto per Fido

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma