Spara al cervo, scivola e cade per 25 metri: cacciatore muore sulle montagne del Friuli

Spara al cervo, scivola e cade per 25 metri: cacciatore trovato morto accanto al fucile
3 Minuti di Lettura
Domenica 3 Ottobre 2021, 16:39

BARCIS (PORDENONE) - Non rientra dopo una battuta di caccia: scattano le ricerche ma purtroppo l'uomo viene ritrovato morto accanto al suo fucile. La tragedia si è consumata nella zona di Malga Valli in Val Caltea.

Cacciatore morto: cosa è successo

Poco dopo la mezzanotte di sabato 2 ottobre sono scattate le ricerche per il mancato rientro di Giacomo Peruz, ottico 74enne di Cordenons, che sabato mattinaera partito per la battuta di caccia. I vigili del Fuoco e Soccorso Alpino di Maniago - la zona si trova al confine tra le stazioni del Soccorso alpino di Maniago e di Pordenone - si sono attivati per andarlo a cercare e poco dopo le due del mattino l'uomo è stato ritrovato privo di vita circa tre quarti d'ora di cammino dalla malga. La perizia del medico legale e i dati raccolti sul posto hanno evidenziato che l'uomo ha perso la vita in seguito a caduta su terreno impervio da un'altezza di circa venticinque metri.

Poco distante dal punto in cui è caduto è stato trovato un cervo, anch'esso senza vita. A ritrovare il corpo dell'uomo sono stati i Vigili del Fuoco ma è stato necessario attendere l'arrivo della luce per effettuare il recupero della salma, dopo la constatazione del medico legale e l'autorizzazione del magistrato, con l'aiuto dell'elicottero della Protezione Civile decollato all'alba da Tolmezzo con a bordo alcuni soccorritori del Soccorso Alpino della stazione di Maniago. I soccorritori hanno potuto appoggiarsi alla struttura della malga ancora gestita, durante le operazioni notturne. Sul posto i Carabinieri di Montereale Valcellina.

CHI ERA

Giacomo Peruz era un ottico molto noto a Pordenone. Titolare di un punto vendita in corso Garibaldi, in passato aveva gestito anche un negozio in viale Cossetti. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA