CORONAVIRUS

​​Coronavirus, ​​in Italia 85 morti e 518 nuovi casi: il 77,6% in Lombardia

Venerdì 5 Giugno 2020
1
​​Coronavirus, ​​in Italia 85 morti e 518 nuovi casi: il 77,6% in Lombardia

La Protezione civile ha diramato il bollettino legato ai casi di coronavirus in Italia, aggiornato alle ore 17 di oggi, 5 giugno. I contagiati complessivi dall'inizio dell'epidemia sono adesso 234.531, dei quali 163.781 sono guariti e 33.774 sono deceduti. In questo momento le persone affette dal coronavirus in Italia sono 36.976. 

Rispetto a ieri, i casi totali sono aumentati di 518 pazienti (ieri di 177) di cui 402 in Lombardia (il 77,6%); gli attualmente positivi sono diminuiti di 1.453 persone (differenza tra casi, morti e guariti del giorno); i guariti sono cresciuti di 1.886 unità; i deceduti di 85 (di cui 21 in Lombardia). Sono 316 i malati in terapia intensiva, 22 in meno rispetto a ieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 31.359 su 36.976: l'84,8% del totale. Eseguiti, in un giorno, 65.028‬ tamponi: il totale nazionale ora è di 4.114.572 tamponi per una cifra di 2.565.258 casi testati. In otto regioni, nelle ultime 24 ore, non si sono registrati nuovi casi. 

LEGGI ANCHE --> ​Coronavirus, a Roma 8 nuovi casi (7 in un istituto di cura alla Pisana). Nel Lazio 9 positivi

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 19.853 in Lombardia, 4.369 in Piemonte, 2.512 in Emilia-Romagna, 1.229 in Veneto, 857 in Toscana, 244 in Liguria, 2.710 nel Lazio, 1.293 nelle Marche, 774 in Campania, 846 in Puglia, 123 nella Provincia autonoma di Trento, 872 in Sicilia, 180 in Friuli Venezia Giulia, 670 in Abruzzo, 101 nella Provincia autonoma di Bolzano, 29 in Umbria, 67 in Sardegna, 10 in Valle d’Aosta, 97 in Calabria, 122 in Molise e 18 in Basilicata.

In Campania, Sicilia, Marche, Trentino Alto Adige, Friuli, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise e Basilicata si sono registrati meno di tre contagi per regione.

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 08:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani