Dirigente Miur indagata per corruzione tenta il suicidio. Si è lanciata dalla finestra, è gravissima

Mercoledì 14 Aprile 2021
Morta suicida Giovanna Boda, dirigente Miur indagata. Si è lanciata dalla finestra

Ha tentato il suicidio gettandosi nel vuoto Giovanna Boda, dirigente di prima fascia e capo del Dipartimento delle Risorse umane del Miur. La donna era stata perquisita due giorni dalla Guardia di Finanza ed era indagata per corruzione: avrebbe avuto in uso la carta di credito che avrebbe utilizzato per spese personali. 

La donna si è lanciata dal secondo piano di un appartamento a Roma. È gravissima, ricoverata al Gemelli con fratture multiple. Dell'indagine e di una perquisizione domiciliare si era appreso dalla stampa, spiegando che gli investigatori del Nucleo di Polizia valutaria della Guardia di finanza avevano perquisito la casa romana, l'ufficio di viale Trastevere e una soffitta nella disponibilità della donna. Secondo le prime testimonianze ascoltate dalla polizia, intervenuta sul posto, la donna era sconvolta per la perquisizione subita.

Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 09:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA