Bimbo ucciso, l'amica di famiglia a Pomeriggio 5: «Il patrigno è un mostro, ha un altro figlio»

Giovedì 31 Gennaio 2019 di Emiliana Costa
1
Bimbo ucciso, l'amica di famiglia a Pomeriggio 5: «Il patrigno è un mostro, ha un altro figlio»

Giuseppe, il bimbo di 7 anni ucciso a Cardito. A Pomeriggio 5 si torna a parlare dell'omicidio efferato avvenuto in provincia di Napoli, che ha gelato tutta l'Italia. Ospite in collegamento, Nunzia, un'amica di famiglia di Tony che ha raccontato la sua versione dei fatti: «Quella mattina sarei dovuta andare a prendere un caffé a casa loro. Tony Essoubti Badre (il patrigno reo confesso, ndr) è un mostro».
 


Nunzia avrebbe raccontato: «Quella mattina alla fine non sono andata a prendere il caffè a casa loro. Poi abbiamo ricevuto una telefonata dal fratello di Tony, Raffaele, che ci ha raccontato l'accaduto. Mi sono precipitata a casa della mamma di Tony, ho caricato tutti in macchina, anche la terzogenita di Valentina (la mamma di Giuseppe, ndr), per correre in ospedale. Ma mi ha chiamato la questura e mi ha detto di andare lì. Ho dovuto portare la figlia piccola di Valentina che è stata messa in un centro. Mi si è strappato il cuore».

E avrebbe aggiunto: «Tony aveva un altro figlio con una ragazza di Roma. Non ho mai visto i lividi sui bambini, altrimenti avrei chiamato i carabinieri. Con Tony portavamo i nostri figli insieme a scuola e lui mi aveva detto che con Valentina stava bene e stava cambiando vita. Sembravano una famiglia modello, invece era un mostro. Il fratello Raffaele non lo considera più un fratello».

E infine l'ultima dichiarazione è per la mamma Valentina: «Perché non hai chiesto aiuto? Che ti serviva il calore nel letto? Non c'è calore più grande dei figli».

Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio, 14:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma