Il benzinaio scorda di inserire il self: 80 automobilisti fanno il pieno a sbafo, ma ora rischiano grosso

Lunedì 15 Ottobre 2018
Il distributore scorda di inserire il self: 80 automobilisti fanno il pieno gratis
«Il selfservice dà la benzina gratis». Quando la voce si è sparsa è scoppiato il finimondo, tutti di corsa dal benzinaio. È bastato che il primo dei clienti si accorgesse che la benzina continuava per fare letteralmente prendere d'assalto il distributore. È accaduto a Barletta.

Il titolare aveva avuto un'urgenza in famiglia er era stato costretto a chiudere in anticipo l'attività ma, vista la fretta, si è dimenticato di attivare l'impianto di sicurezza del self service per una delle due pompe di benzina. E così ben 80 automobilisti - arrivati per caso e dopo il passaparola - non hanno esitato a fare il pieno a spese del benzinaio, la cui stazione di rifornimento si trova nella periferia della città.

Qualcuno ha anche pensato di recarsi al distributore con taniche e lattine per fare scorta. Il tutto è accaduto il 24 settembre. Prese dai rimorsi, 25 persone si sono presentate il giorno per consegnare il denaro al legittimo proprietario, cui lo scherzetto è costato 6 mila euro.

Per tutti gli altri "sbadati" clienti invece potrebbe fioccare la denuncia: l'uomo ha infatti segnalato il furto ai carabinieri, anticipando anche la consegna di un hard disk contenente la registrazione dei rifornimenti abusivi e le targhe dei mezzi in transito durante la giornata incriminata. Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre, 09:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il pugno di ferro di Papa Francesco sui vescovi americani

di Franca Giansoldati