Belluno, precipita e muore dalla ferrata del Marmol a 2500 metri di quota: aveva 53 anni

Sabato 24 Agosto 2019

E' precipitato dalla ferrata del Marmol, in prossimità della vetta della Schiara, in provincia di Belluno. A nulla sono serviti i soccorsi: l'apinista, francese, 53 anni, è morto. Era partito questa mattina dal Rifugio Settimo alpini con sei connazionali, con i quali stava passando una settimana sulle Dolomiti. Arrivati in cima alla Schiara verso le 13.30, gli escursionisti avevano iniziato la discesa sulla Marmol. Ma alle 13.45 circa, in un tratto esposto, al momento dello scambio dei moschettoni tra un fittone e l'altro, i compagni hanno visto l'uomo cadere di spalle nel vuoto.

Al momento dell'incidente la parte alta della montagna era immersa nella nebbia, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore dopo aver tentato di avvicinarsi da sud inutilmente, ha quindi trasportato in quota in due rotazioni due squadre del Soccorso alpino di Belluno, sbarcandole poco sopra Forcella Nerville. Alla terza rotazione, essendosi aperto un varco, l'eliambulanza è riuscita ad entrare da sud, individuando il corpo dell'escursionista a circa 2.500 metri di quota, 150 metri sotto il punto in cui era caduto. La salma è stata recuperata e imbarellata, per essere poi trasportata a valle. Nel frattempo i sei soccorritori elitrasportati in quota avevano raggiunto il Bivacco Marmol, dove avevano trovato riparo i 6 compagni dell'uomo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA