CORONAVIRUS

Basilicata, 21 stranieri positivi al coronavirus: tre focolai in centri di accoglienza

Venerdì 7 Agosto 2020
Basilicata, 21 stranieri al coronavirus, tre focolai in centri di accoglienza

Sono 21 i casi positivi al coronavirus su 309 tamponi eseguiti ieri in Basilicata e sono tutti in isolamento domiciliare e asintomatici. Venti riguardano il focolaio del centro di accoglienza all'Hotel Old West a Ferrandina, in provincia di Matera, mentre un altro riguarda una badante moldava residente in provincia di Matera. Questo è l'aggiornamento del bollettino della task force regionale in cui questi 21 casi non vengono conteggiati. Il bollettino, infatti, conteggia solo i casi dei residenti con tampone registrato in Basilicata: i casi attuali sono 3 mentre sono 28 le persone decedute e 373 le persone guarite.

LEGGI ANCHE Nasce facoltà di medicina in Basilicata, Manfredi:

A questi si aggiungono 51 migranti ospitati nelle strutture di Potenza, Irsina e Ferrandina e qui in isolamento; due badanti moldave, rientrate all'inizio di luglio dal loro Paese e da un mese ricoverate all'ospedale San Carlo di Potenza nel reparto di malattie infettive; altri sei stranieri domiciliati in Basilicata e in isolamento domiciliare. Nel bollettino, infine, non viene conteggiato un altro lucano, in quarantena obbligatoria in Basilicata, risultato positivo in Emilia Romagna. Dalla comparazione dei dati degli ultimi due bollettini, risulta che l'altro ieri i migranti positivi e in isolamento erano 31 (i bengalesi ospitati a Potenza e Irsina) mentre con i tamponi eseguiti ieri questo numero è salito a 51, con gli ultimi venti. Da ciò si evince che i positivi sono tutti ancora nei centri. A Ferrandina, infatti, dei cento migranti arrivati sabato sera 24 sono fuggiti e di questi dieci erano stati sottoposti al tampone rino-faringeo.

LEGGI ANCHE Coronavirus, bollettino: 402 nuovi casi e 6 morti. «Indice Rt sopra 1 in 12 regioni»

In Basilicata i focolai in tutto sono tre e sono tutti centri di accoglienza per stranieri. In tutto sono 62 i migranti positivi al tampone in Basilicata mentre dalla Sicilia erano stati smistati sulla base di test o tamponi con esito negativo. Di questi 62, undici sono stati trasferiti all'ospedale militare Celio di Roma. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati esaminati sono stati analizzati 48.882 tamponi, di cui 48.288 risultati negativi. Immutato il tasso di positività rispetto al numero dei tamponi effettuati (1%). È del 6,2% il tasso di letalità, uno dei più bassi in Italia: fanno meglio solo Molise (4,8%) e Umbria (5,4%).
 

 

Ultimo aggiornamento: 13:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA