Donna scomparsa a Padova dopo lite col marito, spunta super testimone: Barbara Mischi cercata nelle grotte

Donna scomparsa, l'ultimo avvistamento di Barbara
4 Minuti di Lettura
Sabato 14 Agosto 2021, 20:58 - Ultimo aggiornamento: 16 Agosto, 10:05

Donna scomparsa da 4 giorni a Padova: finalmente una pista. Sembra esserci una svolta nel caso di Barbara Mischi,  52 anni, che ha fatto perdere le sue tracce la sera di martedì, dopo un ultimo avvistamento all'autogrill San Pelagio Ovest. Ad infittire il mistero e a spostare di alcuni chilometri l'area di perlustrazione, dopo due giorni terminati con un nulla di fatto, è stata la prima testimonianza.

Ultimo avvistamento e ricerche

Un abitante di via Mincana a Due Carrare, infatti, ha ritenuto di riconoscere nella cinquantunenne scomparsa la donna che nella prima mattina di mercoledì ha trovato di fronte all'ingresso di casa e che gli ha chiesto, tra frasi confuse e sconnesse, di poter avere qualcosa da bere. Una volta tornato all'uscio con l'acqua, la donna se ne era già andata, sembra nella direzione di Battaglia.

Una testimonianza preziosa, arrivata ieri a distanza di più di due giorni dall'accaduto, quando la notizia della scomparsa ha iniziato a diffondersi in paese spingendo l'inconsapevole protagonista a rivolgersi alle autorità e a riconoscere le foto della donna, allontanatasi da casa dopo una lite con il marito.

A non coincidere sono solo gli abiti portati, diversi da quelli indossati per allontanarsi da casa martedì sera in bicicletta e con i quali è stata immortalata dalle telecamere di sorveglianza dell'autogrill. Vestiti che, però, con molta probabilità, aveva con sé nella borsa con la quale è stata avvistata, insieme al cellulare e ad altri effetti personali abbandonati con la bicicletta sul ciglio autostradale.


La segnalazione visiva che l'avrebbe posizionata al confine tra Due Carrare e Battaglia Terme mercoledì mattina, non troppo distante dal casello autostradale di Terme Euganee ha, quindi, portato il comando mobile dei vigili del fuoco a spostarsi nella zona del castello del Catajo, punto logisticamente idoneo a dispiegare nuovamente le forze di ricerca, al lavoro per il terzo giorno consecutivo, come i nuclei cinofili ed il nucleo droni. Oltre a questi e al supporto di carabinieri e Protezione civile, ai mezzi rossi che spiccano sulle pendici del Montenuovo si sono aggiunti anche i gommoni, utili a scandagliare il canale Battaglia.


Donna scomparsa: si cerca nelle grotte

Inoltre, sempre nell'ottica di completare la perlustrazione dell'area rispetto a quanto non può essere visto dall'elicottero che volteggia da tre giorni sulle zone interessate, è stato coinvolto anche un cartografo che, con alcuni esperti e guide dei Colli Euganei, si occuperà di tracciare le grotte e gli anfratti rocciosi per effettuare un'accurata perlustrazione.

Le grotte dei Colli Euganei

Secondo la Prefettura, a porre l'accento sull'importanza della zona è stata anche la madre di Barbara Mischi, che tutt'ora vive a Mantova e che la donna, da qualche anno trasferitasi a Due Carrare per accasarsi con il marito, andava a trovare spesso. L'anziana ha raccontato agli inquirenti che la figlia le parlava spesso delle grotte dei Colli Euganei, dove anche il padre durante la seconda guerra mondiale si era nascosto e dove in alcuni momenti avrebbe desiderato andare a rifugiarsi. Una segnalazione importante per i vigili del fuoco, che li ha spinti a sviluppare le indagini attraverso la mappatura della zona con la collaborazione dell'Ente Parco. Così oggi, informa la Prefettura, sarà organizzata una nuova battuta di ricerca che vedrà i pompieri collaborare con il Soccorso Alpino al setaccio delle grotte del parco dei Colli Euganei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA