CORONAVIRUS

Covid, controlli Nas nei bar degli ospedali: uno su tre irregolare. Violate anche le norme anti-virus

Martedì 2 Marzo 2021
Bar dentro agli ospedali: uno su tre è irregolare. Violate anche le norme anti coronavirus

Controlli a tappeto nei bar degli ospedali italiani. E i risultati non sono confortanti: uno su tre sarebbe irregolare. Le verifiche sono state effettuate dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, coordinandosi con il Ministero della Salute. In tutto sono stati passati al setaccio 382 esercizi di somministrazione di alimenti e bevande collocati in aree interne di strutture sanitarie. E le irregolarità sono state riscontrate in 132 esercizi.

Roma, scoperto ristorante del Prenestino con una distilleria abusiva e tonnellate di cibo avariato

Alimenti in cattivo stato di conservazione

Tra le irregolarità ce n'erano alcune più gravi. In particolare 10 titolari di bar sono stati denunciati per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione e per violazioni della disciplina sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Sono poi state sanzionate 128 attività commerciali per violazioni amministrative: in tutto 125mila euro di multa.

Zona rossa Pescara, procura indaga su boom contagi: Nas in Regione, all'Asl e in ospedale

Violate le norme anti covid

In alcune attività mancava l'indicazione del numero delle persone massime consentite all'interno, in altre le norme di comportamento e in alcune non c'era neanche il gel disinfettante. Norme anti coronavirus che non erano state rispettate in 17 casi. Queste violazioni sono avvenute in ospedali pubblici e privati di Catanzaro, Cosenza, San Severo (Foggia), Sassari, Macomer (Nuoro), Olbia, Narni (Terni) e Novara. A Pietra Ligure il caso più grave: con folle e assembramenti al bar.

Blitz dei Nas in 390 guardie mediche: 1 su 4 sono inadeguate

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA