Disabile maltrattato a scuola ad Alessandria: denunciata maestra per calci negli stinchi e pestoni a bimbo di 8 anni

Lunedì 17 Febbraio 2020
Bambino disabile maltrattato a scuola: sospesa la maestra ad Alessandria

La maestra di una scuola primaria in provincia di Alessandria, al termine di indagini condotte dalla Squadra Mobile della Questura, è stata interdetta per sei mesi dall'insegnamento poiché ritenuta responsabile di maltrattamenti nei confronti di un alunno disabile di 8 anni. 

Rimesse in libertà le maestre di Formello accusate di maltrattamenti sugli alunni
Ragusa, due maestre arrestate: maltrattavano bambini di scuola materna
 

Spintoni, trascinamenti, allontanamenti - anche per una semplice richiesta di abbraccio - con calci agli stinchi, pestoni sui piedi ai danni di un alunno di 8 anni, affetto da autismo e con problemi di deambulazione, guardandosi alle spalle e cercando sempre di non farsi vedere. Sono le accuse mosse a una maestra 27enne di Ovada (Alessandria), sospesa per sei mesi dal servizio e indagata a piede libero in un'inchiesta della Procura di Alessandria.

Le indagini della Squadra Mobile di Alessandria sono partite dopo la segnalazione dei genitori, circa un anno fa, che lamentavano - così come avevano fatto prima al dirigente della scuola primaria di Molare  Alessandria) e poi all'ufficio scolastico provinciale - disagi subiti dal figlio e una situazione di isolamento rispetto ai compagni, oltre a poca igiene e al sospetto che consumasse i pasti da solo.

Intercettazioni ambientali e video documentano anche la presenza del piccolo, spesso, in sala ginnastica, da solo, con il tablet, mentre la maestra è poco non attenta e distratta dal telefonino. Interrogata, la donna si sarebbe difesa sostenendo, per esempio, che al bimbo piacesse essere trascinato per terra.

Frequenti sarebbero state le discussioni con le colleghe che contestavano quell'uso eccessivo del tablet per lo scolaro. L'insegnante si è rivolta al Tribunale del riesame contro il provvedimento di sospensione, ma la sua richiesta è stata respinta e sabato scorso le è stata notificata l'ordinanza che conferma l'interdizione dalle funzioni di insegnamento.

Ultimo aggiornamento: 13:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi