Bambini travolti dal Suv, migliaia ai funerali di Simone: fedeli impietriti dal dolore

Mercoledì 17 Luglio 2019
Bambini travolti dal Suv, migliaia ai funerali di Simone: fedeli impietriti dal dolore

Commozione e dolore in chiesa a Vittoria per il funerale di Simone D'Antonio, il secondo bimbo morto nel tragico investimento di due cuginetti a opera di un Suv. L'altro bambino, Alessio, era morto dopo l'incidente, mentre Simone, che aveva perso le gambe, aveva perso la vita in ospedale nel pomeriggio di domenica, proprio mentre si teneva il funerale del cuginetto. La piazza e la chiesa gremita hanno accolto la bara bianca del piccolo Simone: fuori dalla chiesa alcune migliaia di persone, quasi tutte in lacrime.

Bimbi travolti dal Suv, il papà di Alessio: «Lascerò Vittoria, non posso più nemmeno entrare in casa mia»
 

 

Il corteo funebre era aperto dai giovani dei gruppi parrocchiali del Gees della diocesi di Ragusa. Presente il vicepremier Luigi Di Maio, così come il commissario straordinario del comune Filippo Dispenza, ma anche autorità militari e civili: dietro la bara di Simone i genitori, Antonio e Valentina. Ingente lo spiegamento delle forze dell'ordine. Tante persone sono rimaste fuori dalla chiesa perché strapiena in ogni ordine di posto. 
 
«La responsabilità di questa tragedia va tenuta in debito conto. Dobbiamo fare in modo che non si guidi più in stato di ebbrezza o sotto l'effetto della droga perché queste tragedie non accadano più», ha detto il vescovo di Ragusa, Carmelo Cuttitta, durante l'omelia. «Alessio e Simone hanno raggiunto la vita eterna e sono in compagnia di Dio», ha aggiunto, chiedendo poi un applauso alla fine della sua omelia: un applauso lungo due minuti che ha rotto il silenzio in una chiesa impietrita dalla commozione e dal dolore.

Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma